10/04/2008

Basta con i Pecoraro Scanio e con Bassolino, bisogna ridare la giusta dignità alla nostra Campania

Ultimi giorni di tour elettorale per il Ten. Col. Giuseppe Fausto Milillo, candidato al Senato nella regione Campania al numero 4 nelle lista del Movimento per l'Autonomia. L'Ufficiale dell'Arma dei Carabinieri, attualmente in aspettativa per lo svolgimento della campagna elettorale, viaggia per la Regione spiegando nei minimi particolari il proprio programma all'elettorato seguendo il motto elettorale di Legalità e rispetto dell'uomo e dell'ambiente.

Mi sento il candidato di tutti e non un candidato alla bisogna, così come avvenuto nelle altre compagini politiche solo per saccheggiare i voti e la cultura del nostro territorio. Sono sceso in campo anche per cercare di porre fine al disastro ambientale che si vive in gran parte della Campania, oltre che per una mancanza crescente di sicurezza.

In questi anni abbiamo assistito ad un vergognoso perdurare di fare politica nella nostra Regione, che ha portato allo scempio ambientale e ad un costante incremento di non tutela dell'uomo e dell'ambiente. E' noto a tutti qual è oggi il degrado che vive parte della Campania a causa del problema rifiuti che con molta lentezza sembra arrivare ad un minimo di normalità. Un problema che sta portando pesanti ripercussioni sui prodotti della nostra splendida terra, esportati sia in Italia sia nel Mondo.

Ma anche nel turismo, con molti che già da mesi hanno cancellato dalle loro tappe turistiche le splendide realtà della nostra Campania.
Sicuramente, tutto questo è frutto di una errata politica di coloro che hanno governato indisturbati da moltissimi anni e di coloro che hanno rappresentato sia alla Camera ed al Senato la Regione Campania. Ma adesso basta. La Campania deve risorgere. Con gente nuova, con nuove idee e con una nuova politica ambientale che permetta di stravolgere quanto finora fatto. Che permetta di avviare una nuova era per un serio sviluppo sostenibile con nuove iniziative industriali di vera evoluzione ambientale.

Basta con i Pecoraro Scanio e con gli enti di spreco come parchi e sotto parchi che sono serviti a fare ricchi partiti e movimenti ambientalisti ormai di bassa lega. Movimenti ambientalisti che per colpa del loro continuo dire o hanno reso insostenibile la vita sociale ed ambientale di tutta la Campania. Un plauso, invece, alle iniziative ed all'operato del Prefetto De Gennaro, che con il suo staff e le sue decisioni ha potuto, e saputo, evitare il peggio. Ha ancora pochi mesi e la Campania potrà ripartire grazie alla volontà di tutti i cittadini, ormai delusi di un centrosinistra fallimentare nel campo sociale ed ambientale tranne in quello impiegatizio dei circa 7500 funzionari e dipendenti regionali, oltre modo grande serbatoio di voti.

Abbiamo bisogno di immediate nuove azioni imprenditoriali che permettano di sviluppare mini termovalorizzatori, impianti fotovoltaici per una energia alternativa. Abbiamo bisogno di una raccolta rifiuti differenziata ovunque e soprattutto delle immediate dimissioni di Bassolino e della Giunta regnante. Per la tutela dell'ambiente servono solo uomini - forestali e dell'ordine - che siano presenti sul territorio per la tutela e la salvaguardia. Altre cose sono solo chiacchiere buone per prendere in giro. Ma la gente ormai è esasperata. Il Movimento per l'Autonomia, proprio perché è la vera novità politica, rappresentata da candidati che vivono il territorio, potrà garantire e dare sostegno per ridare la dignità al Mezzogiorno d'Italia e per far risorgere il Sud.

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Speciale elezioni 2008"