18/09/2014

Ti sono quasimente scritto questa lettera

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/emigrante_rs.jpg

Carissimo cainate,

la stata è finita e si stanno accoglienno tute le femene la quale peffà vedere ca ànno stato al mare songo addeventate nere coma un tizzone nun solo ma vaceno giranno pela cità coma si avessera scenne angora ala spiagia.

E accussì dobiamo supportare femene cola panza ca voleno metere il mennicolo fora e femene chiatte ca si songo fato pitare cosse e brazze di animali feroce di tatu aggio. Specialmente i masculi ca erano rimasti in cità ci fanno una figura pietosa. Cola faccia ianca pareno tanti malati e ci salle usango aluocchi avvedere tanta grazzia diddio ma chesto è niente.

Appriesso ale mamme ca sembre loro songo la ruina de lumanità puro le figlie ànno pigliata una brutta pieca.

Muccuselle ca non vanno mango ala scola media esceno in mutantina e si addonano ca luomeni le uardano e faceno le cianciose.

Al mio penziere si dovesse abbadare a questo felomeno ennò di andare a rompucazzo ale putane ca faceno propetamente il loro mestiere e puro i masculi sanno chelo che trovano e tante volte si sente proprio il bisogno tantè ca puro il governo ci vuole metere una tassa. Se mantiamo via tute le putane coma faciamo a raccoglie i sordi dele tasse?

Il giornale dice ca il sinneco ave ordinato ai viggile orbano di scominare la prustituzzione ala Ferrovia. Io dicesse ca il comandante dei viggile senza rompucazzo ale donne ca puro devono mangiare putesse menare inta laqua dela funtana tuti queli ca sentono cauro accussì ci passa ma listesso io menarria inta la funtana tuti queli ca non teneno cheffare e appena vedono a una uagliottola suridente telefonano ai Carbenieri condicente Venite ca abiamo visto una putana.

E accussì è succieso ca tanta gente era iuta ala Ferovia e ave visto gente tornata dal mare e lera scagnate per putane di razza negra. E cè vuluto ubbello e ubbuono pè capisce chi era propetamente putana e chi putana ci pareva sulamente.

Con quale ti saluto etti stringo in forte braccio avvoi tuti di famiglia che spero sembre in salute.

L'EMIGRANTE

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Ti sono quasimente scritto..."