05/11/2014

Zona duomo: la guerra continua. Ah, che bell'aria inquinata!

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/gelsomina_rs.jpg

Nella zona duomo ribolle, sia pure a fuoco lento la controversia Comune-Consorzio Cepid. Eppure tra i due contendenti nel 2004 era scoccato l’accordo con atto pubblico. Purtroppo un inghippo catastale...ha rotto le uova nel paniere (l’Ute ha cancellato le particelle relative alle aree relative ai fabbricati dissolti a causa dei bombardamenti del 1943 accorpaandole in un’unica particella.

E qui casca il proverbiale asino. Per regolarizzare l’accordo tra le parti sui “suoli contesi” occorre però che il notaio per stipulare l’atto ha bisogno di individuare tutte le singole particelle. (“Una di quelle” ci informa la nostra lavascale “è quella che la mia famiglia aveva nella zona duomo, corrispondente a due vani con cucinotto e... cesso. La nonna materna l’assegnò a mia madre quando si maritò.

“E puoi provarlo?”...

“Cavalie’ io non dico bugie: domandatecelo all’ufficio tecnico...”.

“Seh, seh! E mo’ è capace l’ufficio tecnico di risalire alla tua particella! Si calcola che nella sinistratissima zona duomo si contasse una miriade di miniproprietà...Comunque, Gelsomi’ non disperare: la Corte di cassazione potrebbe sbloccare la situazione consentendo di fare riferimento ad un’unica area... naturalmente quando non ci sono controversie”.

“Cavalie’, le controversie ci sono, ci sono... Il caso per eccellenza è quello che interessa il Comune ed il Consorzio Cepid. Quest’ultimo ci ha fatto una costruzione, ma incompiuta, proprio dirimpetto alle porte di bronzo del duomo. E lo sapete perché i lavori del Consorzio si sono fermati? Perché il condominio del confinante Palazzo De Caro pretende l’abbattimento di una parte dell’edificio Cepid per far rispettare le regolari distanze di una parete finestrata”.

“E allora, Gelsomi’, tu cosa proporresti?”.

“Cavalie’, quello che non si fa con l’abbattimento di una parte del palazzo Cepid si può fare risarcendo il danno con una certa somma... Cavalie’” conclude la nostra interlocutrice “non lo sapete che la moneta venne prima della venuta di Cristo?!

° ° °

In questi bui tempi dicrisi, in cui ognuno si tiene stretto quel poco che ha, fa tanto piacere di vedere brillare una cospicua donazione.Ci si riferisce espressamente alla proposta di donazione alla Provincia della ricca biblioteca dell’onorevole, avvocato Gennaro Papa.

L’illustre parlamentare caudino aveva espresso già nel 2013 volontà di donare il suo capitale librario (testi di storia, politica e legislazione giuridica) alla Provincia. E finalmente l’ente,alla cui guida è il presidente Ricci, ha accettato il munifico dono. Brillerà così nella biblioteca del palazzo Terragnoli tra i cospicui “Fondi” anche quello, cospicuo, dell’on. Papa.

° ° °

Cattive nuove invece in materia di sistema elettorale. Per la ricaduta del taglio da 60 a 50 consiglieri regionali, il Sannio perderà il terzo seggio. (La perdita è imputabile alla carenza di duecento abitanti saltata fuori dall’ultimo censimento. Benevento dunque sarà più che mai il fanalino di coda regionale: Napoli 28 seggi, Salerno 9, Caserta 7, Avellino 3 e Benevento soltanto 2...

Commento agrodolce della nostra lavascale: Mo’ pure gli stranieri fanno a gara con gli italiani a non creare figli. Io proporrei: “Caro straniero, o dai alla Patria Italia un paio di figli o te ne torni nella terra d’origine con foglio di via obbligatorio... Prendere o lasciare.

° ° °

Sembra decisamente acclarato che il rione Libertà sia la mecca dellospaccio di droga in città. Ultimamente gli agenti della Squadra mobile si sono calati dai tettinell’abitazione dove si confezionavano dosi di droga arrestando... due chimici. Questa volta , oltre alla cocaina ed all’eroina sono state sequestrati ben 29 involucri di crack (uno stupefacente altamente pericoloso, in grado di indurre elevata dipendenza).

Un vivo encomio alle Forze dell’ ordine che tra l’altro, in via Ferrara hanno scoperto anche pistole nelle scale condominiali.

° ° °

Ed infine buone nuove per la nostra salute. Che bel programma quello di “Alzati e cammina” a cui ha aderito l’Asl. E’ stata istituita la “marcia della salute”. La prima della serie si è svolta in direzione della Madonna delle Grazie attraverso corso Garibaldi, via Goduti, piazza Piano di Corte... Tutto bene, ma che terapia è passeggiare di sera se Lega ambiente ha sancito che le poveri di biossido aggravano il mal d’aria dal 2012?!

Mica dobbiamo andare a passeggiare in campagna?...

CLEMENTE CASSESE

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Gelsomina la sa lunga"