18/12/2014

Ti sono quasimente scritto questa lettera

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/emigrante_rs.jpg

Carissimo cainate,

mè venuto ammente questa parabbola emmò tela raconto.

Le primarie songo quele votazzione ca è diventata una zeza perchene una vota si facevano peffinta e ciovè perchene un grande partito doveva dimostrare ca era puro un partito aunito ecciovè una putenza ca le lezzione lera venge di sicuro. Alora si faceva la scenesciata e dale muntagne scennevano puro i cafuni cu certi mustazzi ca al solo penziere il citatino si faceva daparte.

Da cuanno puro i pulici teneno atossa ogni partitiello vole face le primarie e nisciuno chiu si ammesura la palla e succede però ca spisso e vulentiere nun venge chiu chillo ca doveva venge ma venge cacche rumpicazzo e alora si menano pelaria le schete e succede il quarandotto.

Al mio penziere le primarie è un erore. Camò ti spieco.

Le primarie songo coma uno ca per accapare tra due donne qualè la meglio per farsi una mogliera alora isso le deve pruvare a tute eddue. Prima a una eppò alata. Al mio penziere isso il masculo si addegreggia sia cula prima e sia cula seconda ma songo cazzi suoi quelo ca cipassa pela capa e come sela sceglia la mugliera.

Mapò quannè che se lera spusata fosse la prima o fosse la seconda comungue pè isso sarria la terza e chesto ti addimannop io attè punto. Nunnè ca arivato ala terza vota nunnè chiu come ala prima e nun tene chiu ciato e mango chiu tanta voglia?

Accussì succede per le lezzione e difatti succede ca vaceno milioni ale primarie e vaceno quatto iatti ale votazzione ca contano e alora chi venge ale primarie ariva spombato coma lu marito ca si facette due belle uagliottole e ala prima notte si addonavo ca nunnera cazzo di fare u iallo inta lu iallinaro.

Col quale ti saluto etti stringo in forte braccio avvoi tuti di famiglia che spero sembre in salute.

L'EMIGRANTE

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Ti sono quasimente scritto..."