18/02/2015

La strordinaria esistenza di Padre Lodovico Acernese

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/lodovicoacernese_1.jpg

Lunedì 16 febbraio folla da grande evento per la presentazione della biografia ufficiale di “Padre Lodovico Acernese un apostolo dai vasti orizzonti”, fondatore delle Suore Francescane Immacolatine di Pietradefusi e direttore spirituale di Teresa Manganiello, beatificata il 22 maggio 2010 in Piazza Risorgimento a Benevento.

Il volume di 240 pagine pubblicato dalla tipografia Borrelli di San Giorgio del Sannio, narra in 12 capitoli l'avventura umana e spirituale di un irpino dotto, libero da ogni falsità.

A presentare, al qualificato pubblico intervenuto, il libro da me scritto, dopo i saluti di Madre Emanuela Concetta Resta Zaccaria, superiora generale delle Suore Francescane Immacolatine, e di Giulio Belmonte, sindaco di Pietradefusi, è venuto dal Vaticano il Cardinale Angelo Amato, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi e da Roma Saverio Gaeta, giornalista, scrittore e vicedirettore della rivista “Credere”.

Il Cardinale Amato, che ha scritto anche una puntuale e pregiata prefazione al volume, è un uomo intelligente e cordiale, teologo raffinato ed esperto, al vertice della Congregazione vaticana simpaticamente definita “fabbrica dei santi”, è un uomo del Sud, infatti è nato 76 anni fa a Molfetta, nominato arcivescovo da San Giovanni Paolo II il 19 dicembre 2002 e creato Cardinale da Papa Benedetto XVI il 20 dicembre 2010.

Il Cardinale appartiene alla famiglia religiosa dei Salesiani, è specializzato in Cristologia, ha insegnato all'Università salesiana, è stato Segretario della Congregazione per la dottrina della fede ed è Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi dal 9 luglio 2008.

Anche Saverio Gaeta è un uomo del Sud, nato a Napoli 56 anni fa, laureato in Scienze della comunicazione sociale, docente di teoria e tecnica del giornalismo e stampa periodica all'Università salesiana, giornalista del settimanale cattolico di Napoli “Nuova Stagione”, cronista del quotidiano “Il Mattino”, ha poi lavorato con “L'Osservatore Romano” ed è stato vaticanista del mensile “Jesus”, dal 1999 caporedattore di “Famiglia Cristiana”, ha collaborato con “L'Avvenire”, “Il Sabato” e “Il Messaggero di Sant'Antonio”. Ha lavorato anche con la Radio Vaticana, la Rai e Mediaset. Ha pubblicato una sessantina di libri.

I due autorevoli interventi hanno presentato la straordinaria personalità di Antonio Acernese (1835 - 1916) primo di 7 figli, alunno del Seminario di Benevento e del Collegio dei Padri Gesuiti della nostra città, iscritto alla facoltà di giurisprudenza, a 21 anni tra i cappuccini col nome di fra Lodovico da Pietradefusi, sacerdote a 24 anni nel duomo di Napoli per le mani del Cardinale Sisto Riario Sforza, predicatore straordinario, docente di filosofia e teologia dogmatica e morale, guardiano al convento di Montefusco dopo la soppressione degli ordini religiosi con la legge Casati durante i tormentosi anni risorgimentali, apostolo generoso e lungimirante nei paesi del Sannio e dell'Irpinia, giornalista audace e illuminato, direttore spirituale di Teresa Manganiello, fondatore delle Suore Francescane Immacolatine nel 1881, nominato a 50 anni ministro provinciale dei Cappuccini di Napoli e Terra di Lavoro, autore di opere filosofiche, teologiche e poetiche, perseguitato dagli stessi confratelli per la sua trasparente onestà e sincerità, accolto nel clero diocesano di Benevento dall'Arcivescovo Cardinale Camillo Siciliano di Rende il 17 maggio 1892, a 72 anni veste nuovamente il saio cappuccino l'8 dicembre 1907, muore a Pietradefusi a 81 anni il 16 febbraio 1916, il suo corpo attende la resurrezione nella cappella delle suore da lui fondate.

A 99 anni dalla morte, la presentazione della biografia di Padre Acernese, è il primo di tanti eventi in preparazione al centenario e all'inizio ufficiale del processo canonico per la beatificazione e canonizzazione del Servo di Dio Padre Lodovico Acernese.

PASQUALE MARIA MAINOLFI

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Chiesa Cattolica & Religioni"