16/07/2015

Calorose accoglienze al premier australiano

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/jayweatherill_1.jpg

L’Australia Meridionale, in inglese South Australia, è uno Stato federato dell’Australia, esteso nella parte centro-meridionale del continente. La capitale è Adelaide. La sua popolazione è di circa 1.7 milioni, di cui 100mila sono abitanti di origine italiana (circa 17.000 col passaporto italiano). La componente più numerosa è quella campana, che si stima sia circa il 30% del totale e, tra questi, quella di San Giorgio la Molara è la comunità più numerosa, a seguire Altavilla. Le principali produzioni sono rappresentate da cereali, uva, agrumi, tabacco ed olive. Ma è anche una terra ricca di risorse minerarie: dall’oro al ferro al carbone, opali, lignite e gas naturale. Tra le principali industrie, vi sono quelle metallurgiche e automobilistiche, alimentari, chimiche e tessili. La comunità italiana, ed in particolare quella sannita, si è sempre distinta per il lavoro e per l’attaccamento alla famiglia ed è stata senza alcun dubbio protagonista dello sviluppo socio-economico dello Stato del South Australia. Il premier Jay Weatherill, che ha voluto guidare la delegazione in visita nel Sannio, ha sempre sostenuto che il contributo della Comunità italiana è stato determinante per lo sviluppo del South Australia e che questo contributo continua ad essere attivo, ricco di idee e di proposizioni, che consentono allo Stato di essere il luogo dove prosperano il business e la ricerca tecnologica.

L’economia del South Australia vive da oltre 15 anni una costante crescita del PIL (nessuna recessione dal 1990) che attualmente si attesta al 1.3%, ma che in passato ha toccata anche il 4%: nell’ultimo anno finanziario il Prodotto interno lordo è stato di circa 97 miliardi di dollari (circa 70 miliardi di euro) di cui le esportazioni per 11 miliardi di Euro e le importazioni per 8 miliardi di euro. Le loro principali esportazioni sono nel settore food, oltre il 50% e nel minerario; le principali importazioni, invece, sono autovetture, strutture in metallo e fertilizzanti (a tal proposito, la società sannita “Agriges, fertilizzanti speciali per l’agricoltura biologica”, ha già ricevute le prime… attenzioni). Si è infatti detto, negli incontri BtoB promossi da Confindustria, che oggi la comunità italiana in South Australia rappresenta una importante “piattaforma” da dove poter rilanciare una genuina attività di cooperazione con l’Italia e le regioni italiane. Questo significa accordi commerciali in grado d’incrementare le esportazioni e importazioni Italia-South Australia, favorire la creazione di Joint ventures e catturare l’attenzione d’importanti imprenditori italo-australiani sulle eccellenze del territorio sannita. Inoltre, l’Australia sul mercato globale è oggi considerata un importante hub per le aziende europee e americane, in particolare in questa nuova Area geopolitica del South East Asia (Indonesia, Singapore, Vietnam, Nuova Zelanda) che presenta una popolazione di oltre 600 milioni di abitanti ed un PIL di oltre 5.000 miliardi di dollari. Ecco perché alla Missione incoming voluta da Confindustria Benevento, hanno aderito ben 18 aziende di eccellenza del Sannio: una intelligente iniziativa che non può che rappresentare il punto di partenza per future attività di cooperazione.

GIUSEPPE CHIUSOLO

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Economia"