07/04/2011

Nota del Direttore

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/Enzo.jpg

Chi era quell’Enzo dell’articolo “Quando la bandiera era avversata” pubblicato sull’ultimo numero di Realtà Sannita?

E’ presto detto. Si tratta di Enzo Tresca classe 1942, nato a Casalbore (AV) e deceduto a Prato nel 1994 dove era funzionario dell’Agenzia delle Entrate.

Era figlio di Giovanni Tresca, dipendente civile del Ministero degli Interni e dell’insegnante Teresa Gambarota.

Coniugato con Lucia Tresca, due figli Gianluca e Paolo.

All’epoca, negli anni ’60 -’70 era uno di quei tanti (erano davvero tanti!) giovani che vivevano la politica con una passione intensa, molto intensa e soprattutto lontana mille miglia dall’idea di ricavare per sé un sia pur minimo vantaggio.

Anzi, nella piena consapevolezza che si dovesse solo “dare” in termini di sacrificio per l’affermazione delle proprie idee sempre e comunque nell’interesse della Patria, dell’Italia simboleggiata dalla bandiera tricolore.

E il “Giovanni” che firma il pezzo citato ero io, Giovanni Fuccio che con Enzo ho condiviso in toto quegli ideali, e lottato.

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Lettere"