03/12/2015

Premio a Cristiana D'Anna

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/cristianadanna.jpg

Lo scorso due novembre la romantica città di Verona ha ospitato il Grand Prix di Ginnastica -Yomo Cup 2015. L’attesissimo evento della Federazione Ginnastica d’Italia, ha confermato le aspettative sulla grandezza e maestosità dello spettacolo, infatti, il Pala Olimpia è stato custode di successi straordinari; successi talmente grandi che non potevano non essere trasmessi a tutti gli italiani con una lunga diretta su Rai Sport 2.

Le esibizioni degli atleti grazie all'altissimo livello tecnico con le quali sono state eseguite hanno regalato forti emozioni e grandi spettacoli, non si poteva immaginare diversamente data la celebrità di alcuni campioni che vi hanno partecipato, da Igor Cassina a Fabrizia D’Ottavio, ex campioni internazionali.

Al Gran Prix non è mancato davvero nulla, le pause tra un'esibizione e l'altra sono state riempite dall'euforia degli spettatori che attendevano con ansia le performance delle piú famose ginnaste italiane e star di reality, ovvero le Leonesse della squadra di Ritmica, Carlotta Ferlito, Vanessa Ferrari, Ludovico Edalli, la coppia Donati-Castoldi e tutte le altre stelle delle Nazionali di Ginnastica Artistica, Ritmica e Aerobica, con l'aggiunta di un'ospite internazionale d’eccezione come l'atleta della Nazionale rumena Larisa Iordache. Non sono mancate soprattutto le premiazioni, che sono state tante e speciali, a partire da quella del concorso bandito dalla Federazione Ginnastica d’Italia, attraverso il proprio Centro di Documentazione, “Tesi sulla ginnastica”.

Un progetto volto a valorizzare le tesi di laurea riferite alle attività della Ginnastica discusse presso gli Atenei Italiani. È proprio su questo tema che l'orgoglio sannita si è ripresentato, infatti, la Commissione, presieduta dal Presidente della FGI Riccardo Agabio, da Claudio Scotton e da Vicario, ha assegnato il primo premio del concorso al tecnico sannita del Club Ginnastico Benevento Cristiana D’Anna.

La tesi di ricerca, “Le abilità grosso-motorie per un’intelligenza potenziale. Studio comparativo tra ginnaste ed alunne della scuola primaria”, è stata discussa presso l’Università degli Studi di Salerno, nel novembre 2011 a conclusione del corso di Laurea magistrale in Scienze della Formazione Primaria. Lo studio è un'indagine sulle possibili relazioni tra abilità motorie e sviluppo cognitivo nei bambini della scuola primaria evidenziando una correlazione positiva tra le due variabili oggetto di analisi, intelligenza potenziale e abilità grosso-motorie. Un dato che dimostra l'esistenza di un legame significativo tra il fattore coordinativo e le funzioni cognitive confermando che l’attività sportiva, e in particolar modo l’allenamento delle abilità motorie, potrebbe essere uno dei fattori che concorre ad accrescere le potenzialità di sviluppo cognitivo.

Questo meticoloso studio verrà poi pubblicato nella rivista tecnico-scientifica a carattere sportivo “Educazione fisica e Sport a scuola”.

Una vera e propria “vita parallela” quella degli atleti di ginnastica artistica, una vita che tra una parallela, una trave e degli anelli, affascina e regala idoli a grandi e piccini, ma soprattutto insegna il valore della vita, i sacrifici e l'importanza di una salute sana, tutti valori che purtroppo nella società odierna piano piano si affievoliscono.

AUTILIA TESTA

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Sport"