06/05/2011

Tutti a Pietrelcina per “La Sagra del Carciofo”

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/CARCIOFI.jpg

A seguito dell’ultima Assemblea dei soci della Proloco di Pietrelcina, che ha approvato il programma ufficiale della Sagra del Carciofo, Edizione 2011, abbiamo voluto ascoltare il presidente Aldo Girardi, coniugato, due figlie, nonno, già macchinista di Trenitalia, da sei anni in pensione, già presidente della locale Proloco, assessore emerito del Comune di Pietrelcina.

Quando e dove ci sarà la due giorni de “La Sagra del Carciofo”?

Inizierà: Sabato 7 Maggio e proseguirà Domenica 8 Maggio nel Parco Sagliocca-Colesanti, sito alle spalle del Palazzo sede del Comune.

Ci illustri i particolari?

Inizierà sabato sera sette maggio con la Santa Messa, che verrà celebrata dal parroco, e a seguire vi sarà la benedizione; la degustazione inizierà alle ore 20.00, così anche la domenica successiva. Durante la degustazione ci sarà l’intrattenimento musicale con un complesso che eseguirà brani di musica liscio e ci sarà anche la possibilità di ballare. I gruppi musicali saranno due, uno diverso dall’altro per ogni serata.

Dei menù, cosa può anticiparci?

Premetto che tutti i singoli piatti, che verranno serviti, saranno, naturalmente, a base di carciofi e verranno preparati seguendo le tradizionali e antiche ricette locali; ognuno costerà tre euro. Il vassoio completo di quattro pietanze più vino del posto costerà dieci euro.

Quando è stato nominato presidente e qual è l’organigramma della Proloco?

Sono stato nominato nell’assemblea del 31 marzo dello scorso anno. Il vicepresidente è Vincenzo Mastronardi; il segretario è Franco Masone; i consiglieri sono: Amelia Girardi, Claudio Crovella, Leonardo Masone, Amelia Giova, Angelomichele Cavalluzzo, Lidia Mandato, Adele Lombardi, Mario Lombardi; il cassiere è Pio Forgione; i revisori dei conti: Luigi Caruso e Fernanda Salvatore; il revisore supplente è Cosimino Lombardi. Voglio aggiungere che la Proloco è disponibile a concedere la massima collaborazione a tutte le associazioni presenti sul territorio, questa dovrà essere impostata nel pieno rispetto delle parti e per ottenerla sarà sufficiente avvisarci alcuni giorni prima; metteremo a disposizione: l’amplificazione, il palchetto, i tavoli, le sedie.

Quali sono le manifestazioni che nel corrente anno avete già organizzato e quali seguiranno la Sagra del Carciofo?

L’ultimo giorno di carnevale, nella serata di martedì 8 marzo, abbiamo preparato, in Piazza SS. Annunziata per tutti i mascherati e non, un assaggio gratuito composto di fagioli, carne e “pepazzi” e vino rosso locale; dopo la Sagra del Carciofo collaboreremo, nel prossimo mese di agosto, con l’Amministrazione comunale e il direttore artistico Gianni Russo per la realizzazione dell’Edizione 2011 di “Jazz sotto le Stelle” e sempre con l’Amministrazione comunale per la manifestazione notturna “Sadda fa matina”.

Nel corso dei primi mesi del 2011 avete iscritto nuovi soci?

Abbiamo ricevuto l’iscrizione del prof. Carmine Montella e dei tre giovani del servizio civile: Amelia Giova, Nicoletta Cardone, Angelo Masone.

Lei è anche presidente dell’Associazione “Suor Tullia Mandato”, dove ha la sede e quali sono gli scopi?

Certo! La sede è nei locali siti al piano terra del Palazzo Silvestri, ora sono di proprietà del sig. Aniello Iorio, residente in Casoria, grande devoto di Padre Pio, ce li ha messi a disposizione gratuitamente affinché concediamo informazioni ai pellegrini e facciamo beneficenza sia in Italia e sia alle popolazioni molto bisognose del Terzo Mondo. Voglio ancora riferirle che la sede dell’Associazione “Suor Tullia Mandato” può essere concessa, temporaneamente e gratuitamente, a tutte le Associazioni pietrelcinesi che ne fanno richiesta per usi sociali e culturali.

Ha altre passioni?

Faccio volontariato presso la Confraternita di Misericordia “Padre Pio da Pietrelcina” del posto con la qualifica di autista-soccorritore.

Aldo, mi permetta, come fa a conciliare tutte queste attività?

Dentro di me c’è tanta energia, che non mi fa avvertire in nessun modo né la fatica né la stanchezza, per tutto ciò che è volontariato, per tutto ciò che rientra nelle attività sociali; mi sento portato ad aiutare tutti coloro che sono in difficoltà; è una cosa più forte di me! Quando una persona ha bisogno non sono capace di voltarle le spalle e cerco di aiutarla in base alle mie possibilità!

In merito, ci può fare un esempio?

Ultimamente, abbiamo aiutato una famiglia tunisina a risolvere il problema abitativo e ci siamo prodigati per offrirle migliori condizioni per la nascita del terzo figlio.

ANTONIO FLORIO

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Enogastronomia"