06/04/2016

Ti sono quasimente scritto questa lettera

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/emigrante_rs.jpg

Carissimo cainate,

vidi si nunne' tuta colpa del putanesimo dele donne. Stammi a sentere.

Cuanno il mondo girava nela giusta direzzione ce steva lome ca cumannava e la femena faceva la reggina dela casa e nun rumpeva ucazzo ca si doveva rializzare e ci serveva uno stipendio. Anzi la donna ca ieva affare la serva e pigliava una paca era cunsiderata una offesa permanende.

La donna insomma era suggetta al marito e chesto lo diceva propetamente lu prevete da coppa alaltare cuanno si spusava. Questa condizzione portava di consueguenzia ca la femena si faceva i cazzi suoi e lome era il patrone ca non era tenuto addice ala mugliere tuti i cazzi suoi.

Allora si il marito ieva ala sezzione del partito e si faceva una spartenza la mugliera nu lera sapè e nulu sapeva perchene già naturalmente lu marito nela sua aturità non celo diceva e si la mugliera ci faceva una domanda isso risponneva accapocchia.

Perchene mò succede ca una ministra femena sè dovuta levare da miezo? Perchene la donna moderna ca sembre femena è nun sape tenere nu cicerommocca. E accussì era ditto al suo amico ca quelo affare ca isso ci teneva tanto èffatta à botta.

Nè dimmi simi sbaglio ma si veramente era fatta à botta ce steva di bisogno di diccelo per telefono e nun se ne addonava isso stesso cuanno era asciuta la Gazzetta Officiale la quale tute le legge le tene scritte e ognuno sela pote accattare.

Ma perchene lamico adda sapè quelo ca face la mugliera? Si veramente si vole la parità si dovesse estendere ala femena il deritto ca teneva lome cuanno era veramente ome e ciovè lome cumanna e nun ci dice niente e la femmena savessa stace sembre zitta.

Camò ti voglio.

Col quale ti saluto etti stringo in forte braccio avvoi tui di famiglia che spero sembre in salute.

L'EMIGRANTE

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Ti sono quasimente scritto..."