01/06/2016

Ti sono quasimente scritto questa lettera

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/emigrante_rs.jpg

Carissimo cainate,

ma addove stace scritto ca io nun songo libbero di votare dui masculi e doie femene ma songo obbligato ca devo fare afforza una cocchia?

Pepprima cosa chesta legge e' vietata dal pringipio dela libbertà laquale dice ca ogni essere vivendo pote fà chelo checcazo ci passa pela capa senzadà cunto a nisciuno sinò ala sua coscienzia. Di conseguenzia chesta legge rapresenta una sofocazzione della libbertà di coscienzia.

Mapò io vulesse addimannare a Renzo e a tuta quela combriccola di strafazzei come cazzo vi viene ammente di fare una legge ca accocchia pefferoza un mascolo e una femena cuanno voi stessi aveti stabbilito ca puro il matrimonio si pote fare tra due masculi e due femene?

Al mio penziere il matrimonio adda esse di sesso misto propetamente perchene marito e mugliera si deve à coppiare come la natura comanda ca dilà ànna nasce tante criature ca pure Gesù diceva lassati ca i pargoli veneno ammè. E chi songo i pargoli secondo te?

Addove la natura obblica a tenere nu masculo e una femena voi aveti deciso ca io mi pozzo sposare uno masculo cumammè innome della libbertà eppò cuanno si tratta di una lezzione cumunale nunsignore io nun songo libbero di votare acchi voglio io.

E perchene la libbertà una vota ce stace e unaltra vota nun ce stace?

Ammè questa cosa mi puzza perchene era stata la donna a volere ca esse ceranostà pefforza puro si le femene stesse nule vutavano e accussì abbiarono affare ammuina condicente Il sesso è mio e lo dongo acchì voglio io. Lome caè propetamente nu strunzo pè paura ca veramente la donna teneva la minaccia si acalavo le brache pensando ca sembre annoi le femene devono venire si ce prore la patana. E immece quele furono cazze di invendare la richioneria feminile ca loro diceno lesbo.

Dimmi tu siè una fissazzione mia o si nunnè tuta colpa del putanesimo dele donne.

Col quale ti saluto etti stringo in forte braccio avvoi tuti di famiglia che spero sembre in salute.

L'EMIGRANTE

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Ti sono quasimente scritto..."