13/06/2016

Michele Napoletano si riconferma sindaco di Airola

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/michelenapoletano_3.jpg

Il sindaco uscente Michele Napoletano è succeduto a se stesso, rieletto il 5 giugno scorso, con 3458 suffragi su un totale di 5532 voti validi; un’affluenza alle urne che ha sfiorato l’80% con solo 164 tra schede bianche e nulle.

La notte tra il 5 e 6 giugno la cittadina caudina sembrava immersa in una sorta di “Notte Bianca”, ad animare le vie del centro, infatti, non vi erano come di consueto solo i giovani della domenica sera, ma a questi si sono aggiunti i tanti che hanno voluto vivere in piazza lo spoglio elettorale incuriositi anche da quello che avveniva nell’elegante Atelier “La Perla”, a corso G. Matteotti trasformato per l’occasione dai ragazzi di Driin Radio in un salotto televisivo, dove molti candidati alla carica di consigliere comunale hanno preso parte rilasciando interviste e ipotizzando nuovi scenari politici.

Verrebbe quasi da dire che bisognerebbe ripetere più spesso questo evento elettorale, ma così facendo si correrebbe il rischio di non avere un governo stabile; quindi a questo punto sarebbe meglio optare per una vera e propria “Notte Bianca” dedicata interamente alla città di Airola.

Ritorniamo al risultato delle urne!

Sono state ben 5696 le persone che si sono recate ai seggi elettorali, la cui prevalenza numerica ha dato la meglio a Napoletano che, insieme alla sua compagine è riuscito ad incassare il 62,51% dei consensi. 

La lista capitanata da Antonietta Bernardo “Io Sto Con Airola”, raggiungendo il 19,58%, ha ottenuto due seggi che verranno occupati dalla stessa Bernardo e da Gennaro Falzarano (512 voti); i restanti seggi sono stati assegnati, uno al “Movimento Cinque Stelle” che con il 9,29% ha aperto le porte del consiglio comunale a Bartolomeo Laudando e l’altro, al candidato sindaco Giuseppe Maltese che grazie all’8,62% dei consensi ottenuti dalla sua lista “Democrazia e Partecipazione” potrà sedere nei banchi dell’opposizione a Palazzo Montevergine.

Come largamente anticipato, il gentil sesso ha avuto la meglio anche sui candidati uscenti; tre infatti le new entry in consiglio comunale: Giulia Abbate (Airola Bene Comune), che ha letteralmente sbancato con 878 preferenze, seconda solo all’assessore uscente Carmine Influenza (934 consensi); Vincenza Buono (Airola Bene Comune) che ha raggiunto la rispettabilissima cifra di 594 suffragi e la capolista di “Io Sto Con Airola” Antonietta Bernardo. Rieletta anche Angelina Capone, presidente del Consiglio uscente, che ha ottenuto un lusinghiero risultato conquistando 715 preferenze.

Le donne hanno letteralmente oscurato tre degli assessori uscenti, infatti Vincenzo Falzarano, nel 2011 primo eletto, con i suoi 560 voti è retrocesso alla quinta posizione; Angelo De Sisto con 333 consensi è riuscito ad occupare solo l’ottavo posto, mentre Pierdomenico Ceccarelli racimolando faticosamente 269 suffragi è risultato addirittura il primo dei non eletti.

Ceccarelli, che ha ricoperto in passato anche il ruolo di segretario cittadino del partito democratico, rientra nella formazione dei grandi  esclusi nella lista civica “Airola Bene Comune” insieme a Diego Ruggiero (219 voti), segretario attuale dell’“Aldo Moro”; Roberto Stallone, dirigente del Pd locale  (107 voti) e Immafederica Refuto (185 voti) rappresentante dei giovani democratici.

Ora che i festeggiamenti per la vittoria elettorale sono conclusi, la nuova squadra amministrativa capeggiata dal sindaco Michele Napoletano e composta dai consiglieri di maggioranza, Carmine Influenza, Giulia Abbate, Angelina Capone, Vincenza Buono, Vincenzo Falzarano, Giuseppe Stravino, Antonio Falco e Angelo De Sisto, uniti a quelli dell’opposizione Antonietta Bernardo, Gennaro Falzarano, Bartolomeo Laudando e Giuseppe Maltese dovranno lasciarsi alle spalle i rancori e le tante polemiche che hanno caratterizzato la campagna elettorale e lavorare fianco a fianco (maggioranza e minoranza) per il bene di Airola e per la risoluzione dei tanti problemi ancora esistenti. 

La bussola programmatica non potrà che essere quella della lista Airola Bene Comune”, le cui proposte sono frutto di un lungo percorso politico programmatico intrapreso già da tempo dal circolo Pd “Aldo Moro”, voluto e sostenuto fortemente dall’intero coordinamento e dal segretario Diego Ruggiero, che oggi, prendendo atto di una mancato rinnovo del consiglio comunale, di  chiara ossatura Pd, come da lui da tempo auspicato, ha rassegnato le sue dimissione da segretario cittadino.

ETTORE RUGGIERO

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Sannio & Irpinia"