08/09/2016

Cameo di Sandra Milo per 'Felicissime Condoglianze'

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/sandramiloavitulano.jpg

Nell’antico Palazzo della famiglia Rivellini, al civico 4, in Via Calci, in Vitulano, continuano le riprese del film “Felicissime Condoglianze”. Sul set la famosa attrice Salvatrice Elena Greco, nome d’arte Sandra Milo, che è stata chiamata dal regista Claudio Insigno, per una partecipazione straordinaria, detta in gergo cinematografico cameo.

La Milo ha debuttato con Alberto Sordi nel film “Lo scapolo”, nel 1955, ha recitato con Totò, Edoardo e Peppino De Filippo, Jean Paul Belmondo, Ugo Tognazzi, Aldo Fabrizi, Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman. Per il Maestro Federico Fellini è Sandrocchia.

E’ stata diretta da grandi registi tra i quali ricordiamo Luigi Zampa, Dino Risi, Antonio Pietrangeli, Sergio Corbucci, Roberto Rossellini, Federico Fellini, Pupi Avati, Gabriele Salvatores, Claudio Insigno.

I suoi occhi brillano di una particolare luce quando risponde alla domanda inerente a Federico Fellini con il quale ha vinto il Premio Oscar per il miglior film straniero 8 ½, il 13 aprile 1964. In una pausa di lavorazione di “Felicissime Condoglianze” ha concesso un’intervista per Realtà Sannita.  

Perché ha deciso di partecipare al cast del film Felicissime Condoglianze?

Perché sono un’amica del regista Claudio Insigno e perché nel film la mia interpretazione è un cameo.

Che ruolo interpreta?

Interpreto il ruolo di una zia che traffica in cucina, che mette il veleno ai topi.

Sandra lei ha conosciuto il grande Federico Fellini. Come considera la sua genialità?

La sua genialità si può considerare come le opere d’arte. In Italia le opere d’arte sono le più conosciute al mondo. Era intelligente, colto, unico ed irripetibile.

Quali attori famosi hanno lasciato ricordi indelebili sul set in lei?

Marcello Mastroianni. Ho lavorato anche con Vittorio Gassman ed altri attori famosi sui set cinematografici. Marcello era un attore sensibile, simpatico, intelligente, gli piaceva molto mangiare. Era un uomo dal grande fascino, ma io ero innamorata di un altro.

NICOLA MASTROCINQUE

nmastro5@gmail.com

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Sannio & Irpinia"