11/11/2016

Un vero colabrodo il trasporto pubblico in Valle Caudina

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/trenovallecaudina_1.jpg

Si gira ancora una volta intorno al problema dei trasporti pubblici che collegano la città di Montesarchio con Benevento, e con le città di Napoli e Caserta. Ormai da alcuni anni, soprattutto il trasporto ferroviario Benevento-Napoli via Cancello, è diventato inutilizzabile in quanto i treni sono fatiscenti, obsoleti, sporchi, insicuri a causa di frequenti risse che si sono verificate fra alcuni viaggiatori, e particolare non trascurabile da sottolineare, è il ritardo con cui raggiungono la stazione di Napoli e naturalmente le varie stazioni intermedie, dove attendono tantissimi viaggiatori.

L’efficienza del  trasporto ferroviario Benevento-Napoli via Cancello è determinante per la Valle Caudina in quanto, attualmente, i tempi di percorrenza con auto o bus di linea, soprattutto nelle ore di punta è praticamente raddoppiato. In particolare, il supplizio raddoppia durante i giorni festivi, in quanto tutte le corse dei treni sono state soppresse già da alcuni anni, mentre il servizio di autobus di linea assicura solo poche corse di andata verso Napoli e ritorno.

Il servizio, quando funziona, è molto comodo soprattutto per chi deve recarsi all’aeroporto o fermarsi in uno dei comuni attraverso i quali transita, mentre un regolare ed efficiente trasporto ferroviario è importante in quanto consente di raggiungere in tempi brevi la città di Napoli, sia per lavoro, sia per studio o semplicemente per fare shopping. Purtroppo, i  pendolari sono ormai rassegnati ad utilizzare la propria auto per essere sicuri di rispettare i propri impegni.

Tutta questa premessa per far capire a chi legge, quanto sia indispensabile assicurare  un servizio di trasporto pubblico alla Valle Caudina che rischia di restare isolata rispetto alle città capoluogo della regione, e pertanto ci sembra assurdo apprendere,  nonostante l’urgenza di provvedimenti adeguati e rapidi, che solo ora il direttore generale dell’EAV, ing. Sposito, ha avviato le procedure per l’affidamento della gara  di appalto di 20 milioni di euro per la progettazione esecutiva necessaria per affidare i lavori di  adeguamento tecnologico della linea Benevento-Napoli via Cancello, con tempi previsti per l’affidamento della progettazione esecutiva e l’ultimazione dei lavori fissati al 31 ottobre 2018.

Nel frattempo, il Governo, come si apprende da una nota del sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e ai Trasporti, on.le Umberto Del Basso De Caro, ha già stanziato, nella Legge di bilancio, 600 milioni di euro per ripianare il debito della società di trasporto pubblico Eav, intervento economico che ancora una volta, secondo i cittadini servirà solo a rimpinguare le casse della società gestrice del servizio, mentre i pendolari dovranno continuare a subire i gravi disagi per un servizio inadeguato, inefficiente, indecente e irrispettoso delle esigenze degli utenti.

Inoltre sarà necessario attendere, nonostante la gravità della situazione, ancora fino al 2018, una scadenza che, secondo i cittadini sarà rinviata per diverse volte, rispettando usi e consuetudini ormai consolidate del “rinvio, varianti e revisioni dei costi”. Ed in questa situazione, a pagare sono sempre i cittadini che utilizzando la propria auto sostengono una spesa maggiore rispetto al costo del servizio pubblico, rischiando di più ed  aumentando i danni per l’ecosistema della Valle.

LUCIA DE NISI

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Sannio & Irpinia"