07/12/2016

A Confindustria inizia l'era Liverini

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/mataluniboccia.jpg

“La semina e il raccolto: le imprese sannite e le sfide (ancora) da vincere”. È stato questo il tema che ha caratterizzato l’assemblea degli industriali sanniti, che hanno celebrato - alla presenza del presidente nazionale, Vincenzo Boccia - i 90 anni di vita di Confindustria Benevento. “La crescita è l’elemento importante della politica economica di un paese. La vera sfida è sulla competitività. Va aperta subito una stagione di riforme economiche per ribadire l’importanza del settore industriale, a partire dal Mezzogiorno. Lavoreremo insieme a Confindustria Benevento per costruire sempre di più la vicinanza nazionale e territoriale: c’è una grande identità culturale, la mia presenza qui oggi lo sottolinea”.

Prima dell’assemblea plenaria, con il voto unanime degli iscritti, Filippo Liverini  è stato eletto presidente dell’Associazione subentrando a Biagio Mataluni nel ruolo di guida degli industriali sanniti. “L’indice del nostro successo - ha affermato il neo presidente - sarà misurato dalla nostra capacità di creare occupazione. Tra i vari indicatori economici del territorio sannita emerge, dolorosamente, il dato che vede negli ultimi quattro anni crescere del 76% la percentuale di giovani, tra i 18 ed i 39 anni, che cambiano residenza per paesi esteri o altre città. Nostro compito primario è quello di garantire un futuro a questo territorio e, il futuro, sta solo nei giovani”.

Diversi i temi al centro del suo programma, dall’innovazione al credito, dall’internazionalizzazione alle infrastrutture, dall’urbanistica alla politica industriale. Tutte tematiche di primario rilievo e per le quali sono previste specifiche deleghe. “Per gli importanti risultati raggiunti - ha aggiunto Liverini - ringrazio Biagio Mataluni che ha saputo 'accendere il motore' e dare all'Associazione quella credibilità che oggi ci consente di sedere ai tavoli di sviluppo più importanti di questo territorio. Sono pronto a proseguire il cammino intrapreso e a lavorare per raccogliere i frutti di quanto seminato. Ci attendono sfide importanti, che non affronteremo da soli”.

Il suo invito è stato subito accolto dall’assessore Amedeo Lepore, presente all’incontro in rappresentanza della Regione Campania. “Oggi è una giornata di grande importanza perché si celebrano, non solo i 90 anni di Confindustria Benevento, ma l’avvio di una nuova stagione con Filippo Liverini. Ciò avviene in un momento di grande slancio delle attività produttive di quest’area, che si contraddistinguono per la loro capacità, per la loro forza, per il loro dinamismo. L’accordo firmato nei giorni scorsi con Nestlé è la dimostrazione dell’attenzione che vi è per quest’area da parte delle istituzioni, nazionali e regionali, che si concretizza anche con i bandi per le attività produttive e le infrastrutture colpite dall’alluvione: bandi che nei prossimi giorni saranno pubblicati e che permetteranno di utilizzare 20 milioni di euro della Regione per il ristoro del danno”. 

Grande apertura il presidente Liverini l’ha ricevuta anche da parte del sottosegretario Umberto Del Basso De Caro: “Biagio Mataluni e Filippo Liverini sono entrambi imprenditori di altissimo livello, alla guida di aziende leader per innovazione e tecnologia. Ma è importante la prospettiva che l’industria sannita si è data e si darà negli anni a venire. Per quanto mi riguarda, su questo troverà sempre una interlocuzione sensibile, attenta e disponibile, perché crescendo la imprenditoria sannita cresce l’intero Sannio, si allarga la base produttiva, si crea ricchezza. Dobbiamo puntare a prodotti e servizi di grande qualità, cioè aziende di eccellenza assoluta, che riescono a competere sul mercato e aprirsi sempre di più ai mercati esteri”.

GIUSEPPE CHIUSOLO

Nella foto, da sinistra, Biagio Mataluni, Vincenzo Boccia e Filippo Liverini

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Economia"