16/02/2017

70 anni fa nasceva il Movimento Sociale Italiano

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/albertocangiano.jpg

Per iniziativa di Mezzogiorno Nazionale è stata organizzata una manifestazione celebrativa della costituzione della sezione provinciale del MSI di Benevento, formalizzata con la redazione di un verbale di atto costitutivo.

Con la meticolosità che lo caratterizzava il dottor Alberto Cangiano aveva convocato gli altri quattro promotori, presso le sede provvisoria di via Capilongo 37 (che era la sua abitazione), alle ore 17 del 22 febbraio del 1947.

Gli altri quattro promotori erano Giovanni De Rienzo, Luigi Vessichelli, Ivano Cammarota, Saverio Raffio.

Il verbale sottoscritto dai promotori veniva rimesso alla Legione Territoriale dei Carabinieri che ne davano comunicazione alla Prefettura.

Cangiano sarà poi per molti anni l’animatore di molte battaglie.

Fu anche sindaco di Benevento (27 dicembre 1952 - 16 febbraio 1954).

Successivamente lanciò nell’agone politico sannita un giovanissimo Antonio Guarra di Portici, che sarà poi eletto deputato per diverse legislature dal 1968 fino al 1987 e poi senatore nel 1994 nella lista del Polo del Buongoverno.

La manifestazione vuole essere il doveroso omaggio ai promotori, ma anche l’occasione per ripercorrere le vicende del partito e ricordarne le figure che maggiormente contribuirono ad accompagnarne il cammino nell’ambito provinciale.

La manifestazione si aprirà con la proiezione del docu-film prodotto a cura della Fondazione Alleanza Nazionale intitolato: “MSI Settanta anni - La Casa dei Padri”.

I relatori saranno: Salvatore Colatruglio, Gennaro Malgieri, Mauro Mazza.

Il coordinatore sarà Pasquale Viespoli.

L’annuncio dell’iniziativa è stato dato dal senatore Viespoli nel corso di una conferenza stampa dove è stato anche annunciato che il 10 marzo, invece, sarà presentato, nell’aula consiliare della Rocca dei Rettori, il libro di Adalberto Baldoni, “Destra senza veli 1946-2017”, un testo ponderoso che - precisa l’autore - racconta senza alcun infingimento la storia della destra in Italia.

Per  primavera inoltrata, infine, Viespoli ha annunciato una riflessione programmatica sul ruolo della città per affrontare in termini organici le tematiche di fondo (ambientali, urbanistiche, culturali) e per recuperare, sulla falsariga del forum del 2010 (La città oltre le mura), un dibattito sullo sviluppo.

Nella foto Alberto Cangiano con l’arcivescovo dell’epoca Mons. Agostino Mancinelli

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Politica"