16/03/2017

AMOROSI - Picchiava e offendeva i suoi piccoli alunni. Sospesa per un anno maestra 51enne

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/bastaschiaffi.jpg

Questa mattina, è stata eseguita dal personale della Squadra Mobile della Questura di Benevento, un'ordinanza di applicazione della misura interdittiva della sospensione dall'esercizio di pubblico ufficio, per la durata di un anno, emessa dal giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Benevento, a seguito d'indagini coordinate dai magistrati della Procura della Repubblica del capoluogo sannita, nei confronti di un'insegnante 51enne della scuola primaria di Amorosi.

La donna è stata accusata di maltrattamenti ai danni dei piccoli alunni a lei affidati.

Secondo i magistrati, avrebbe maltrattato i bambini con una “serie di atti lesivi della loro integrità fisica e sottoponendoli ad un regime vessatorio e violento, così da rendere abitualmente dolorose le relazioni scolastiche”.

La maestra avrebbe picchiato i bambini con cadenza quotidiana, colpendoli con schiaffi, calci, utilizzando anche libri, quaderni, blocchi di fogli ed altro materiale didattico per colpirli alla testa.

Abitualmente, inoltre, li avrebbe anche trascinati, strattonati e spinti violentemente.

Ogni giorno, poi, l'insegnante avrebbe rimproverato i piccoli scolari offendendoli e apostrofandoli con parole del tipo: ciucci, cretini, stupidi, ritardati mentali, tenendoli così in stato di costante soggezione psicologica.

Le indagini sono scaturite da una lunga serie di segnalazioni da parte dei genitori, preoccupati per la condotta tenuta dalla maestra nei confronti dei loro figli.

Dopo i primi riscontri, gli investigatori hanno installato sofisticate telecamere nelle aule didattiche, registrando e documentando così numerosi episodi di violenza nei confronti dei piccoli alunni delle prime due classi della scuola elementare.

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "In primo piano"