25/04/2017

Calcio, per il Benevento un vero e proprio tracollo a Cesena

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/ciciretti_bn.jpg

Al 'Manuzzi' di Cesena, contro l'undici dell'ex Camplone, il Benevento ha forse ha toccato il fondo ed è stata alla fine una vera e propria Waterloo, con un 4-1 che certamente lascerà il segno, per il modo in cui è venuta una sconfitta che continua a lasciare perplessi e deve far meditare chi di dovere. La squadra non ha carattere né motivazioni, è più che mai in balia degli avversari. Anche se non sono dei mostri!

E’ oramai chiaro a tutti che la squadra non c’è più, non segue l’allenatore,  e proprio per questo occorre quella scossa da tutti auspicata per come stanno le cose. Questo perché è impossibile proseguire nel modo attuale, anche se, visti gli altri risultati, conviene continuare a credere nei play off, e, soprattutto chiudere il torneo almeno in modo dignitoso, come i tifosi chiedono. Dietro la porta c’è per il 1° maggio il derby contro l’Avellino al 'Vigorito' e proprio per rispetto alla città ed ai tifosi non bisogna assolutamente mollare ed alzare bandiera bianca. E’ questo il minimo che si chiede nel momento attuale, e chi di competenza è giusto che prenda le opportune decisioni, ed anche presto.

A Cesena, dopo un primo tempo con poche emozioni terminato con il risultato ad occhiali, la ripresa è stata da incubo per i giallorossi ed in 18 minuti il Cesena ha travolto Lucioni e compagni, andando a rete quattro volte e sbagliando altre occasioni. Così, la partita ha cambiato padrone, il Cesena se l’è presa con la forza, anche perché di fronte aveva un Benevento completamente inesistente ed oramai in bambola. Il primo gol dei padroni di casa è stato un autentico regalo prima di Falco e poi di Cragno, poi sono venute di seguito altre tre reti, anche perché non c’è stata alcuna reazione da parte dei giallorossi e la squadra è sembrata completamente inesistente.

Si dirà che Baroni ha dovuto fare a meno non solo degli squalificati Ceravolo e Lopez, ma anche degli infortunati 'storici' Del Pinto e Bagadur, ed in ultimo perfino a Cissè e Melara che sono venuti meno nella rifinitura, ma  ciò assolutamente non può giustificare la pessima prestazione. Ed al termine dei 90’ mentre il Cesena ha fatto un grande passo verso una comoda salvezza, il Benevento, invece, vede un po’ per volta svanire il suo sogno play off. Dispiace ma le cose stanno proprio così.

Al 'Manuzzi' Baroni ha confermato a grandi linee la squadra schierata contro il Vicenza, con Pezzi al posto di Lopez e Puscas, completamente inesistente, che ha rilevato Ceravolo, con Cissè in tribuna perché non al meglio della condizione. La novità è stata rappresentata da Eramo, terzo a sinistra sulla linea di trequarti, per una squadra più coperta. Nel primo tempo, a dire la verità, si è visto un Benevento almeno passabile, con alcune buone ripartenze da parte di Falco e Ciciretti, senza però impensierire più di tanto il Cesena, a parte una traversa colpita da Falco. Poi, dopo un quarto d’ora, è venuto anche l’infortunio di Buzzegoli, con l’ingresso di Viola, e le cose sono cominciate a cambiare. Ad inizio di ripresa i 18 minuti da incubo, e la squadra che si è persa completamente, senza mai reagire. Nel finale, dopo un lungo periodo, si è rivisto anche Padella, che ha sostituito un Camporese tra i peggiori in campo, mentre  Matera ha preso il posto di Ciciretti.

A questo punto non resta che leccarsi le ferite e pensare alla gara contro l’Avellino di lunedì 1° maggio. Ma una cosa è certa: sarebbe un vero e proprio suicidio continuare ad andare avanti nel modo attuale. Il ritiro dopo le sconfitte contro Cittadelloa e Brescia  non sono servite a nulla, quindi occorre una medicina diversa. La più potente possibile, mettendo da parte i palliativi.

GINO PESCITELLI

 

RISULTATI

CLASSIFICA

PROSSIMO TURNO

Vicenza - Novara 3-1

Spal 73

Bari - Pisa

Ascoli - Avellino 2-0

Verona  66

Benevento - Avellino

Brescia - Ternana 2-1

Frosinone 65

Cittadella - Cesena

Cesena - Benevento 4-1

Cittadella 57

Verona - Vicenza

Frosinone - Spezia 2-0

Perugia 57

Latina - Ascoli

Pisa - Vercelli 1-1

Benevento (-1) 55

Novara - Brescia

Salernitana - Bari 0-0

Spezia 54

Vercelli - Perugia

Spal - Cittadella 2-1

Carpi 54

Salernitana - Frosinone

Entella - Latina 0-1

Entella 51

Spezia - Spal

Carpi - Trapani 2-1

Bari 51

Ternana - Carpi

Perugia - Verona 1-1

Salernitana 51

Trapani - Entella

 

Novara 50

 

 

Vercelli 47

 

 

Cesena 46

 

 

Avellino (-3) 45

 

 

Ascoli 44

 

 

Brescia 42

 

 

Trapani 41

 

 

Vicenza 41

 

 

Ternana 39

 

 

Latina (-2) 34

 

 

Pisa (-4) 33

  

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "In primo piano"