15/05/2017

'Io merito una opportunità': studenti a confronto su ottimizzazione e qualità dei processi aziendali

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/continilloporcaro.jpg

Io Merito una opportunità è un progetto nato da un'idea del Gruppo Giovani di Confindustria Benevento nel 2011 che oggi vede nella sede degli industriali di piazza Colonna la presentazione dei risultati della sesta edizione.

Nell’edizione di quest’anno gli studenti dei dipartimenti DEMM e DING dell’Università degli Studi del Sannio si sono confrontati su “Ottimizzazione e qualità dei processi aziendali”.

“Il progetto giunto alla sesta edizione - spiega Andrea Porcaro, presidente Giovani Imprenditori - ha ad oggetto la creazione di strategie e progetti di ‘Ottimizzazione & Qualità dei  processi e dei servizi aziendali’ con l’obiettivo di identificare i punti critici del core-business aziendale, migliorarne  l’operatività e i risultati economici  complessivi affrontando le esigenze poste, di volta in volta, dalle singole strutture organizzative. Il format utilizzato da ‘Io merito una opportunità’ rappresenta una formula vincente che consente agli studenti dei dipartimenti coinvolti di confrontarsi su questioni operative e di poter entrare in contatto con le aziende per proporre soluzioni pratiche ed organizzative, rispetto a problematiche reali sollevate dall’impresa”.

Il progetto è un corso professionalizzante sostitutivo di tirocinio di 75 ore complessive e prevede:

▪ una prima fase di teoria (della durata di 25 ore) finalizzata ad approfondire dal punto di vista teorico, gli argomenti su cui verte il progetto;

▪ una seconda fase di project work (della durata di 50 ore) in cui gli studenti elaborano un piano di sviluppo aziendale (nuovo prodotto, servizio, mercato, modello organizzativo, spin-off).

“Sono molto orgogliosa dei risultati raggiunti dal progetto - afferma Ioanna Mitracos, vice presidente Giovani Imprenditori di Confindustria e tutor aziendale -. Abbiamo coinvolto in questi anni oltre 250 studenti e più di 30 aziende. Si tratta di numeri significativi che in alcuni casi si sono tramutati in posti di lavoro effettivi. Le due parole ‘merito’ e ‘opportunità’ sintetizzano al meglio lo spirito del progetto che vuole rappresentare una occasione di mettere in campo le capacità e le conoscenze acquisite dagli studenti nel corso del percorso di studi e metterle a sevizio delle esigenze delle imprese”.

Secondo il professore Gaetano Continillo, delegato orientamento DING - il progetto ‘Io merito una opportunità’ è un’iniziativa che mette assieme tre fattori determinanti ed unici che ne stanno decretando il successo.

Da tirocinio tra studente ed aziende si passa ad una partnership a tre - Università, Aziende, Tirocinanti.

Mentre prima lo studente tirocinante imparava esclusivamente dall’azienda. Grazie a questa nuova modalità l’Azienda pone una problematica, l’Università propone una soluzione, il team di studenti la realizza. Il secondo aspetto innovativo riguarda l’opportunità  di lavorare in gruppo e cercare di trovare soluzioni integrando approcci e competenze di soggetti diversi. Il terzo aspetto positivo è rappresentato dalla sintesi di competenze di ambiti disciplinari diversi ma tra di loro complementari, come gli studi economici e quelli ingegneristici rappresentati dai due dipartimenti coinvolti nell’iniziative. Questo progetto tra l’altro offre, non solo agli studenti, ma anche a docenti e tutor l’opportunità di confrontarsi e di sintetizzare competenze diverse.

“Ho notato un’adesione sempre più numerosa ed un forte coinvolgimento degli studenti - sottolinea il professore Guido Migliaccio, referente DEMM del corso -. Il format utilizzato è particolarmente dinamico e consente agli studenti la possibilità di confrontarsi in maniera pratica su tematiche che hanno studiato teoricamente. Gli argomenti proposti sono sempre di grande attualità e avere l’occasione di poter proporre idee e soluzioni innovative rispetto a casi aziendali reali, rappresenta una occasione unica. Gli studenti di economia si sono molto confrontati sugli strumenti del marketing e assieme ai loro colleghi di ingegneria hanno lavorato in gruppo”.

Aziende partecipanti con altrettanti Tutor aziendali:

1) Bieffe Packaging (Tutor Biagio Flavio Mataluni);

2) Geolumen Tutor Mimmo Ialeggio-Dora Costantini);

3) Olio Dante (Tutor Donatella Ucci);

4) Tech.Con (Tutor Giovanni Nardone);

5) Sidersan (Tutor Michele Rocco-Pasquale Lampugnale).

Dipartimenti dell’Università degli Studi del Sannio:

DEMM (Dipartimento di Diritto, Economia, Management e Metodi Quantitativi)

DING (Dipartimento di Ingegneria)

Docenti coinvolti: Lerina Aversano (DING e referente del corso); Guido Migliaccio (DEMM e referente del corso); Concetta Nazzaro (DEMM e delegata ai tirocini); Angelo Riviezzo (DEMM); Francesca Rivetti (DEMM); Antonella Garofano (DEMM); Matteo Savino (DING); Carmen Del Vecchio (DING).

24 studenti partecipanti (20 di Economia e 4 di Ingegneria).

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Attualità"