19/06/2017

Questa promozione aiuterà il Sannio

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/clementemastella_56.jpg

Solo due anni fa la A era per noi la A di alluvione. Oggi, invece, è orgoglio, speranza e rinascita. Con la promozione del Benevento nella massima divisione, abbiamo la possibilità di ripartire anche grazie al gioco del calcio. D'altronde il rilancio della città passa anche attraverso lo sport: il calcio ci deve accompagnare nella crescita economica e sociale, visti i flussi di persone che adesso potranno scoprire le nostre eccellenze e i nostri valori enogastronomici, oltre allo straordinario patrimonio storico, artistico e monumentale su cui finalmente si accenderanno i riflettori. La serie A è un'indiscutibile vetrina mediatica, un volano per l'economia: è questa per Benevento una preziosa opportunità per far conoscere i molteplici tesori nascosti di cui dispone e che per troppi anni sono rimasti celati nell'ombra; è un'occasione di fondamentale importanza per incrementare il turismo e per far crescere il Pil.

Vorrei, però, che questa non fosse solo una parentesi: l'abbiamo segretamente sognata e faticosamente conquistata. Ora dobbiamo tenercela stretta, prendendo a modello squadre come l'Udinese e il Chievo per la continuità.

Bisognerà lavorare in tal senso, pensando già ai prossimi acquisti da fare perché il Benevento non deve essere la succursale del Napoli ma la seconda realtà della nostra regione. Le due società campane, saranno le uniche squadre, oltre al Crotone, a rappresentare il Mezzogiorno d’Italia nel campionato di Serie A. Tutto ciò ci inorgoglisce e rappresenta un ulteriore riconoscimento per la città di Benevento e una rivincita per la società che, dopo 87 lunghi anni, sarà finalmente proiettata nella massima serie calcistica nazionale.

In un campionato con molte proprietà straniere, il presidente Oreste Vigorito rappresenta l'Italianità; e l'intera città gli è grata per il conseguimento dello storico traguardo di cui insieme al fratello Ciro è stato massimo artefice. È per questo che ho ribadito anche nel corso dell'incontro avvenuto qualche giorno fa a Palazzo Paolo V la volontà di conferirgli la cittadinanza onoraria. Adesso, bisognerà pensare allo stadio, intitolato proprio al compianto Ciro Vigorito: occorrerà fare dei lavori per il rispetto delle norme e bisognerà capire quanto prima quale sia la giusta strada da percorrere.

CLEMENTE MASTELLA

Sindaco di Benevento

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Politica"