14/09/2017

Il Confidi Benevento riparte

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/confidi.jpg

Con l'approvazione da parte dell'Assemblea dei soci del nuovo Statuto sociale, avvenuta lo scorso 27 luglio, dopo due anni di lavoro, l'ing. Carlo Camilleri, presidente del Confidi Benevento, dà il via ad una nuova “stagione” del Consorzio di Garanzia Collettiva Fidi.

Nato nel 1968, il Confidi ha operato intensamente per oltre 50 anni sul territorio sannita ed ha costituito per molti imprenditori un punto di riferimento valido per l'accesso al credito bancario.

Superata la fase più dura della crisi economico finanziaria, il Consiglio di Amministrazione del Consorzio ha deciso di ripartire solo dopo un'accurata analisi dei processi operativi ed organizzativi interni improntati ad un approfondito adeguamento tecnico dei processi e delle policy al mutato orizzonte economico finanziario del Paese.

Per far ciò oltre alla fattiva e competente collaborazione dei consiglieri di amministrazione il CONFIDI ha ritenuto opportuno affiancare alla propria struttura operativa una società di consulenza finanziaria alle imprese, la A&F Consulting s.r.l. di Avellino, (www.aefconsulting.it), che ha provveduto a proporre adeguamenti delle procedure operative alle rinnovate strategie del Confidi improntate prevalentemente su due obiettivi:

▪ massima apertura consulenziale ai soci con un arricchimento dello status di socio del Confidi;

▪ rinnovato rigore nella distribuzione delle garanzie volte a tutelare il patrimonio del Consorzio.

Gli interventi di aggiornamento al nuovo Statuto dei quali di seguito se ne riportano i più importanti, invitando a consultare il documento nella sua integrità sul sito web del Confidi (www.confidibn.com), hanno lo scopo di aprire il Confidi a questa nuova fase:

▪ allargando ai “professionisti” il novero di soggetti economici accoglibili nella compagine sociale,

▪ specificando le funzioni dei consiglieri di amministrazione e del presidente e vice presidente,

▪ introducendo l'organo del Comitato Esecutivo allo scopo di rendere più fluidi i flussi deliberativi del Consorzio,

▪ rimodulando le policy inerenti l’assunzione di obbligazioni da parte degli esponenti aziendali. 

Il reimpostato disegno delle fasi istruttorie della concessione delle garanzie costituisce già per le banche convenzionate l'opportunità di migliorare le sinergie operative tra le parti, nel mentre, con la imminente conclusione delle procedure di accreditamento del Confidi al Fondo di Garanzia Medio Credito Centrale per il rilascio delle controgaranzie previste per le PMI, si renderà più vantaggioso per le banche convenzionate l'erogazione del credito ai soci del Consorzio.

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Economia"