23/09/2017

Comune di Benevento, Fausto Pepe si dimette dalla carica di consigliere comunale. Ecco perchè

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/faustopepe2017_6.jpg

In data odierna ho notificato al Comune di Benevento le mie dimissioni dalla carica elettiva di consigliere comunale. Lascio il consiglio ma non la politica. I motivi delle dimissioni sono legati a questioni personali ed amministrative. Non ha più senso infatti che io rimanga ancora in Consiglio Comunale.

Ho tentato in ogni modo di evitare alcune decisioni deleterie per la Città, tipo il dissesto e non solo, ma non c’è stato verso.

Chiarisco, a scanso di equivoci, che attualmente non c’è una questione di “incompatibilità” con il lavoro che svolgo presso un Ente Locale, seppure la norma vigente in materia non mi ha consentito di avere incarichi di lavoro “migliori” per il semplice fatto di essere un Consigliere Comunale.

Questo gesto mi consentirà di far politica ancora più liberamente di prima.

Ringrazio tutte le donne e gli uomini, i militanti del Partito Democratico, che in questi lunghi anni mi hanno sempre sostenuto.

Ringrazio i tanti candidati che ho avuto l’onore di portare per ben 2 volte alla vittoria al primo turno nella città di Benevento, oltre che i “miei” compagni di giunta.

Ringrazio tutti i consiglieri comunali che ho frequentato e conosciuto in questo lungo periodo amministrativo sino a quelli odierni.

Ringrazio in ultimo i candidati delle liste dei “Leali” che più degli altri mi hanno “sopportato” e che si sono spesi per una visione politica e amministrativa non sempre valutata positivamente dal mio stesso partito.

Resto un iscritto del PD ed a servizio dello stesso.  

FAUSTO PEPE

Di seguito il testo della lettera rivolta al sindaco, al presidente del Consiglio, ai consiglieri comunali, al segretario generale.

“Il sottoscritto ingegner Fausto Pepe, attuale consigliere comunale di questo Ente, con la presente comunica, ai sensi della normativa vigente, le proprie dimissioni dalla carica.

Sono stato orgoglioso di aver ricoperto questa carica per molti anni e di essermi impegnato, nei limiti delle mie possibilità, nel dare il mio contributo a questa importante assemblea elettiva.

Certo che chi mi sostituirà sarà assolutamente all’altezza del ruolo, vi porgo un caloroso saluto e auguro un fruttuoso lavoro”.

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Il punto di vista"