20/10/2017

Un centro turistico per il Taburno

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/buccianosantuario.jpg

Un nuovo progetto per la valorizzazione del versante del Taburno a Bucciano. L’impresa è voluta dal sindaco, Domenico Matera, il quale ha lanciato l’iniziativa,  con l’appoggio di altri Comuni confinanti, quali quelli di Arpaia, Bonea, Forchia e Paolisi. L’amministrazione comunale di Bucciano intende, infatti, ristrutturare il primo piano di un edificio in via Provinciale, al fine di adibirlo a centro di accoglienza turistica, di informazione e di valorizzazione del territorio.

Da quanto si è discusso, il costo del progetto, presentato dal tecnico comunale Pietro Buonanno, si aggira intorno ai 150mila euro. Dopo aver ospitato per diversi anni gli uffici municipali, infatti, l’edificio avrà la funzione di rilanciare il versante a sud del Taburno, meno conosciuto di quello a nord. Un’impresa tanto complessa quanto interessante e vantaggiosa, a quanto pare.

“Come comune capofila - fa sapere il sindaco Matera - abbiamo proposto l’istanza di finanziamento e il coordinamento del progetto con l’obiettivo di creare una sorta di info-point in grado di gestire la ricezione turistica su tutto il territorio caudino del Taburno. Da qui l’intesa anche con altri Comuni della valle”.

Tra tutti i benefici che questi lavori da compiere comporteranno, c’è quello della redistribuzione delle varie attività turistiche sul territorio, che contribuiranno a valorizzare concretamente il territorio caudino del Taburno. Tra i vari luoghi suggestivi da visitare, infatti, compaiono anche le grotte di San Mauro e San Simeone, da anni mete religiose e non di curiosi, escursionisti e geologi. Da ricordare è anche il Santuario di Santa Maria del Taburno,  sito archeologico quattrocentesco, annesso alla chiesa e il convento domenicano, e punto di ritrovo per i devoti tra i cittadini del posto.

L’idea nasce per dare una grande possibilità ai comuni limitrofi, traendone un vantaggio tanto economico quanto culturale, grazie a questa iniziativa, finalmente avviata tramite varie proposte. Il progetto si avvale dei fondi del Piano di Sviluppo Rurale della Regione Campania e mira a trarne benefici del bando pubblico tramite l’attivazione della misura 7. Positivo, dal punto di vista economico, l’impiego di una cospicua cifra di 150mila euro per la creazione di siti di informazione, finalizzati ad un’iniziativa culturale, sia per i cittadini che per i turisti.

ADRIANA NAPOLITANO

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Sannio & Irpinia"