05/11/2017

Benevento Calcio: contro la Juventus almeno per salvare la faccia

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/juventusbenevento.jpg

Certamente impossibile l'appuntamento che dalle 15 di oggi vedrà impegnato il Benevento all'Allianz Stadium di Torino contro la Juventus.

Del resto lo stesso De Zerbi nella conferenza stampa di metà settimana è stato chiaro, e non poteva essere altrimenti: “La Juventus è quella che è, nessuno lo può disconoscere, ma noi andremo lì oltre la paura, cercheremo almeno di fare  una figura dignitosa e di lottare. Del resto il nostro campionato inizierà dopo la gara contro la Juventus e la sosta del torneo, quando in casa dovremo affrontare il Sassuolo. Il vero torneo del Benevento inizierà allora, e spero di poter recuperare gli infortunati (Costa) e soprattutto quei giocatori, come Iemmello e Ciciretti e D'Alessandro, fondamentali ma che ora non sono al massimo della condizione”.

Insomma, il tecnico ha già messo le mani avanti, ed il suo pensiero è già rivolto al dopo Juventus, quando veramente per la “strega” inizieranno le gare fondamentali per cercare di risalire la china e cancellare quel bruttissimo 0 in classifica, che sta facendo parlare tutta Italia. Il Benevento, almeno nelle intenzioni del tecnico e dei giocatori, vuol cercare di abbandonare il ruolo di “Cenerentola d'Italia”, dovendo affrontare da qui alla fine del girone d'andata Sassuolo, Atalanta, Milan, Udinese, Spal, Chievo, tutte compagini di seconda fascia (Milan compreso) che dovrebbero essere alla portata dei giallorossi.

Davvero proibitiva, quindi, la gara di questo pomeriggio, con una sola speranza: che la “strega” non subisca una nuova goleada da Higuain, Dybala e compagni.

Del resto che la partita sia quasi impossibile lo si ricava anche dal mondo delle scommesse sportive, perché per il Benevento non c'è solo il record delle sconfitte consecutive (ben 11 su altrettante partite disputate). Ora la Snai ha incoronato la “Cenerentola d’Europa” di un'altra corona: la quota più alta mai offerta per una partita di calcio della massima serie. La vittoria allo Juventus Stadium è data a 35 volte la posta. Naturalmente una sconfitta del Benevento è ad 1,05. Chi puntasse 10 euro sulla vittoria dei bianconeri di Allegri si metterebbe in tasca appena 50 centesimi, il pareggio viene dato a 13 volte la posta, la vittoria del Benevento  permetterebbe una vincita favolosa!

All'Allianz Stadium di Torino questo pomeriggio ci saranno oltre 2.000 cuori  giallorossi, soprattutto per una gara che certamente entrerà nella storia.

Per la gara di questo pomeriggio De Zerbi non cambierà e schiererà ancora la squadra con il 3-4-2-1. Del resto in modo chiaro ha affermato che in attesa del recupero di Costa (nessuno conosce allo stato le sue condizioni) e che alcuni giocatori recuperino una condizione almeno passabile (Ciciretti, Iemmello e D'Alessandro) si andrà avanti con 3-4-2-1. L'unica novità rispetto alla formazione che in modo netto è stata sconfitta dalla Lazio potrebbe essere rappresentata dalla presenza di Djimsiti al fianco di Antei e Di Chiara nel “terzetto” difensivo con Venuti sulla fascia alta al posto di Lombardi. Il centrocampo a 4 dovrebbe essere formato da Cataldi, Chibsah, Viola e Memushaj, quindi Lazaar sulla fascia alta sinistra ed infine Iemmello unico attaccante. Dovrebbero partire dalla panchina Ciciretti e D’Alessandro, e lo stesso Iemmello potrebbe essere sostituito da Coda oppure Armenteros.

Ci sembra inutile parlare della formazione della Juventus che potrebbe anche permettersi di far riposare qualcuno dei titolari.

E' stato designato Rosario Abisso di Palermo per dirigere la gara. E' una vecchia conoscenza dei giallorossi dal momento che ha arbitrato il Benevento ben nove volte, con quattro vittorie, tre pareggi e due sconfitte, mentre con la Juventus è al suo esordio. Quest'anno ha già arbitrato il Benevento nella gara persa con il Torino per 0-1 al “Vigorito”. Fino ad ora ha diretto 12 gare in serie A, con 6 vittorie delle squadre, tre pareggi e 3 vittorie delle compagini in trasferta, 8 rigori e 4 espulsi. In totale ha diretto 126 gare, con 67 vittorie delle squadre di casa, 34 pareggi ed altrettanti successi delle compagini in trasferta, 51 rigori concessi e 64 espulsi. Assistenti di linea sono stati designati Gianmattia Tasso di La Spezia ed Alessio Tolfo di Pordenone, IV uomo Mario Piccinini di Forlì addetti al VAR Daniele Doveri di Roma e Riccardo Ros di Pordenone.

Ecco il programma della dodicesima giornata di campionato

▪ Atalanta - Spal (Chiffi - Vuoto - Bottegoni - Gavillucci - VAR Galeri e  Giallatini)

▪ Bologna - Crotone (Pasqua - Schenone - La Rocca - Fourneau - VAR Mazzoleni e Tegoni)

▪ Cagliari - H. Verona (Guida - Meli - Colarossi - Marini - VAR Maresca  e Carbone)

▪ Chievo - Napoli (Massa - Lo Cicero - Fiorito - Minelli - VAR Mariani e Martinelli)

▪ Fiorentina - Roma (Di Bello - Passeri - Ranghetti - Calvarese - VAR Fabbri ed aureliano)

▪ Juventus - Benevento (Abisso - Tasso - Tolfo - Piccinini - VAR Doveri e Ros)

▪ Genoa - Sampdoria (Irrati - Dobosz - Pinzani)

▪ Inter - Torino (Orsato - Di Fiore - Manganelli - Abbattiswta - VAR Tagliavento ed Alassio )

▪ Lazio - Udinese (Banti - Del Giovane - Gori - Serra - VAR Manganiello e Di Martino)

▪ Sassuolo - Milan (Damato - Paganessi - Liberti - Rapuano - VAR Pairetto e Vivenzi)

GINO PESCITELLI

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Attualità"