23/11/2017

Il Giro d'Italia a Pesco Sannita

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/pescosannitaveduta.jpg

Il passaggio del Giro d’Italia 2015, in Pesco Sannita, nella nona tappa del 17 maggio, Benevento - San Giorgio del Sannio Km 215, è un’immagine indelebile nella memoria collettiva. La 101esima edizione della carovana rosa che per la prima volta nella storia parte il 4 maggio da Gerusalemme con una  cronometro individuale di 10,1 Km, attraversa le mura dell’antica città, tocca i luoghi calpestati dal Figlio di Dio. Nel Sannio, il Giro d’Italia ritorna dopo due anni, Pesco Sannita è meta di una partenza di tappa ancora da stabilire con Rcs. Il sindaco di Pesco Sannita Antonio Michele per i lettori di Realtà Sannita ha reso noto alcune anticipazioni dell’evento sportivo particolarmente atteso da tanti appassionati di ciclismo.    

Sindaco nel suo comune il Giro Italia ha attraversato via Roma e via Cappella nel 2015. Quali motivazioni hanno spinto l’Amministrazione Comunale ad inoltrare una richiesta alla Rcs di una partenza della carovana rosa da Pesco Sannita?

Quella del 2015 è stata un’esperienza bellissima che ha coinvolto gran parte della collettività locale e dei paesi limitrofi, facendo vivere a tutti i presenti un momento di gioia e serenità. Il nostro paese ha accolto con grande entusiasmo quell’evento e in tanti ci hanno esortato a tentare di proporci per ospitare una manifestazione ancora più coinvolgente. Già da allora avanzammo proposta di poter ospitare la partenza di una tappa del Giro d’Italia, e quest’anno si avvia a concretizzarsi tale aspettativa.

La macchina organizzativa è già in moto per definire nel dettaglio il percorso da inserire nel Garibaldi 2017. Dove è stata collocata la partenza dei ciclisti?

La scelta del percorso è una competenza esclusiva degli organizzatori del giro, per quel che ci riguarda stiamo lavorando di concerto con la struttura organizzativa generale per definire il percorso cittadino. Sicuramente la partenza dei ciclisti avverrà nel cuore del centro abitato dalla centrale Piazza Umberto I°.  Sicuramente la partenza da Pesco Sannita consentirà di attraversare altri centri della nostra Provincia, ampliando in tal modo la possibilità di coinvolgimento attivo di una parte del territorio provinciale.

Da chi è costituito il comitato tappa per l’evento sportivo dell’anno in Pesco Sannita?

Il comitato tappa è costituito dal dirigente FCI Nicola Antonelli che ne è il coordinatore, dal comandante dei vigili urbani, da un componente dell’ufficio tecnico comunale, da giornalisti, dirigenti di società sportive della nostra Provincia, dal sottoscritto e da altri componenti dell’amministrazione comunale. Abbiamo l’onore di avere la partecipazione attiva quale presidente onorario della vice presidente ACCPI Alessandra Cappellotto già campionessa mondiale di ciclismo su strada.

Il Giro d’Italia rappresenta una vetrina importante per le bellezze nascoste dei piccoli comuni italiani, molto spesso poco note. Le telecamere della Rai quali aspetti inediti del territorio possono cogliere, per invitare i turisti a giungere in Pesco Sannita?

Il Giro d’Italia rappresenta nel suo complesso una grande occasione per conoscere tramite i mezzi di informazione luoghi  sconosciuti ai più e soprattutto esclusi dai circuiti turistici principali. Il nostro Sannio oltre ad essere ricco di storia e di cultura, vanta un paesaggio incontaminato e di una bellezza sicuramente invidiabile. I prodotti delle nostre terre si stanno facendo apprezzare in ogni parte del mondo, e tanti nostri borghi conservano ancora integre bellezze uniche nel loro genere.

Siamo convinti che questo evento potrà contribuire a far conoscere, seppure fugacemente, il nostro territorio ad una vasta platea di spettatori vicini e lontani, i quali avranno modo di poter ammirare le nostre bellezze ambientali, il nostro centro storico e la bellezza complessiva del nostro borgo, ma soprattutto poter apprezzare anche le tipicità dei nostri prodotti e le grandi potenzialità turistico - attrattive dei nostri luoghi.

Pesco Sannita vanta una notevole presenza di strutture turistico - recettive conosciute ed apprezzate da un’utenza di livello regionale e nuovi attrattori turistico - culturali si stanno affermando in modo davvero consistente in un paese con una serie di prodotti tipici agricoli ed artigianali.

Questo evento rappresenta un piccolo tassello che unito ad una serie di altre iniziative già consolidate in ambito provinciale ed extra provinciale ed altre da avviare a breve, può contribuire sicuramente allo sviluppo turistico ed economico del nostro territorio.

NICOLA MASTROCINQUE

nmastro5@gmail.com

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Sport"