19/04/2012

La difficile e decisiva gara contro il Carpi si recupera il 25 aprile

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/bandieracalcio_bn.jpg

Ci volevano la tragica scomparsa del giovane centrocampista del Livorno Piermario Morosini e lo sconvolgente episodio verificatosi domenica scorsa all’Adriatico di Pescara per costringere il mondo del calcio ad un momento di riflessione per fatti che mai dovrebbero verificarsi, ma che purtroppo un po’ troppo spesso stanno accadendo nel mondo dello sport. Ed è grave il fatto che soltanto quando ciò accade si comincia a ragionare su prevenzione e controlli, soprattutto quando si gareggia da professionisti, come si è verificato sabato scorso a Pescara nel corso della gara di serie B Pescara-Livorno.

E’ mai possibile, ci si chiede, che atleti che dovrebbero essere sempre sotto controllo possano morire su un campo di calcio per un malore? Naturalmente, a questo punto si continuerà ad interrogarsi su cause e soprattutto sui ritardi nei soccorsi, ma intanto un giovane di 25 anni è morto in modo drammatico ed in diretta televisiva. Sconvolto, e non poteva essere altrimenti, l’intero mondo del calcio, con la Federazione che non poteva fare altro che rinviare tutti i tornei. La tragedia dell’Adriatico ha lasciato perplessi anche i giallo-rossi, sconvolgendo soprattutto Rinaldi, che dello sfortunato atleta del Livorno era fraterno amico.

I due giocatori avevano iniziato insieme la trafila nelle giovanili dell’Atalanta e per ben nove anni avevano fatto vita comune, dividendo anche la stessa stanza. Poi, le loro vite calcistiche si erano divise, ma non per questo la loro amicizia era finita. Anzi, si era ancora di più rafforzata ed erano sempre in stretto contatto telefonico. Per questo la tragica scomparsa di Morosini è stata per Rinaldi quasi un grande dramma. Intanto, la Lega ha già stabilito che Carpi- Benevento sarà recuperata alle 15 di mercoledì 25 aprile, naturalmente sempre a Regio Emilia, dove il Carpi gioca le proprie gare interne.

Ed anche per la gara di recuperò del 25 aprile mister Imbriani dovrà fare a meno di Rajcic, che sconterà il secondo turno di qualifica, mentre potrà contare su Anaclerio, che la squalifica la sconterà domenica al “Vigorito”, quando i giallo-rossi dovranno affrontare la Spal. Passeranno, quindi, ancora una decina di giorni prima di affrontare il Carpi, per una gara che potrebbe essere decisiva per la lotta play-off, soprattutto dopo che la Disciplinare, proprio alla vigilia della gara di Carpi non disputata, ha completamente riscritto la classifica sia in testa che in coda.

Ora,la capolista Ternana ed il Carpi sono divise da soli tre punti ( e siamo a tre giornate dalla fine con soltanto nove punti in palio, ma c’è da recuperare il turno di domenica scorsa),mentre in un “fazzoletto” di soli sei punti ci sono la Pro Vercelli (54), Taranto e Sorrento (50), Benevento (49). Distaccate tutte le altre, che non possono rientrare, oramai la lotta per promozione diretta e play-off riguarda sei squadre, con i giallo-rossi che possono “fare la corsa” su Sorrento e Taranto. Tutto diventa più facile per quanto riguarda il Taranto ( D’Anna e compagni possono contare su una vittoria ed un pareggio), mentre sul Sorrento in Benevento è in svantaggio (una vittoria per 1-0 ed una sconfitta per 2-0).

È molto più difficile pensare di agguantare Pro Vercelli e Carpi (per non parlare della Ternana), e proprio per questo il recupero del 25 aprile contro gli emiliani diventa quasi decisivo. Per quanto riguarda le sfide delle ultime giornate, il Taranto dovrà giocare in trasferta a Foligno ed Avellino ed affrontare in casa Tritium e Reggiana, il Sorrento affronterà in casa Foggia e Pro Vercelli ed in trasferta Tritium e Pisa, il Benevento, infine, al “Vigorito” dovrà vedersela con Spal e Monza ed in trasferta con Carpi e Viareggio.

Come si vede, un finale di torneo non facile per gli uomini di Imbriani, quasi quattro finali con la gara contro il Carpi del 25 aprile che più che mai potrebbe essere decisiva. Insomma, i play-off davvero potrebbero passare per Reggio Emilia, anche se dovrà essere fatta molta attenzione alle gare contro Spal, Monza e Viareggio, tre squadre tutte in lotta per evitare i play-out. Ed è proprio quello che attende il Benevento il finale di gara più difficile, ma questo Imbriani ed i giocatori lo sanno benissimo.

E la prima delle quattro finali è in programma per domenica al “Vigorito”. Mister Imbriani ha recuperato quasi tutti gli infortunati ( solo il solito Cipriani dovrebbe essere assente, ma questo non fa più notizia), ma, come abbiamo scritto prima, saranno certamente assenti gli squalificati Anaclerio e Rajcic. E proprio per la sostituzione di Rajcic, Imbriani potrà fare le prove generali per la gara di tre giorni dopo a Reggio Emilia, schierando Luisi o Vacca. Senza però dimenticare che i tre punti contro la Spal sono veramente…di rigore, per continuare a cullare il sogno play-off.

GINO PESCITELLI 

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Calcio"