21/09/2012

Degrado per le vie del Sannio

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/degrado_1.jpg

Quanto mostriamo è il frutto della “raccolta differenziata” come praticata da alcuni comuni della Provincia: lo stato di abbandono delle strade del nostro, una volta salubre, Sannio. Non esistendo più i cassonetti per l’immondizia, chiunque si sente in diritto di gettare ogni forma di rifiuto ovunque, magari dove una volta stazionava un cassonetto.

E’ il caso dell’esempio che mostriamo, la via che collega Tufara Valle a S. Giovanni di Ceppaloni ed Arpaise (al km. 250 dell’Appia): i rifiuti vengono abbandonati da automobilisti di passaggio ai lati della strada e lì rimangono per mesi e mesi (c’è da oltre un anno persino una carcassa di televisore).

Abbiamo chiesto lumi ad alti Dirigenti della Provincia, che dovrebbe essere competente per la pulizia delle strade provinciali. Ci è stato risposto che la professione dello “stradino” non esiste più…… la Provincia dà dei fondi (a pioggia?) a delle cooperative di livello comunale per il mantenimento delle strade. Ma chi controlla che queste ultime non siano delle discariche permanenti? L’ immagine che ne scaturisce è sconfortante.

Invece di organizzare tante sagre paesane costose e, alcune di una tristezza e inutilità senza pari, peraltro di scarsissimo spirito religioso e civile, si potrebbe utilizzare quel denaro per una costante ripulitura delle strade; come costante dovrebbe essere il controllo delle tante (troppe) forze dell’ordine nei confronti di quanti si comportano tanto incivilmente.

Chissà se quando saremo invasi dai casalesi (come paventa il nostro Direttore) le cose miglioreranno…….. a vedere le strade della Provincia di Caserta non diremmo proprio, anzi.    

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/degrado_2.jpghttp://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/degrado_3.jpghttp://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/degrado_4.jpg

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Ambiente & Territorio"