09/05/2013

Mai dire mai

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/maidiremai.jpg

Mai dire mai. C’erano delle certezze sulle quali avremmo scommesso la nostra vita. Salde come una volta erano le montagne. Oggi anche quelle crollano. Sicure come l’amore di un padre e di una madre per il proprio figlio. Oggi i genitori, non necessariamente maschio e femmina, sono spesso la culla della violenza. Piacevoli come i sogni della gente che viveva abbastanza soddisfatta di ciò che aveva e sognava quello che non aveva. Oggi non si sogna più perché non si dorme più, tante sono le preoccupazioni di tutti. E i sogni si sono trasformati in incubi. Punti di riferimento per i giovani, come la famiglia, l’amore, il lavoro. Oggi sono solo un ricordo. Non si capisce più niente.

In Napoli Milionaria, quando Gennaro, il marito, fa presente ad Amalia, la moglie, il male che ha fatto con il mercato nero, lei, piangendo, dice: “Che è succieso!” Ma che sta succedendo? E come ciliegina sulla torta, bella, rossa, dolce, è crollata un’altra certezza: ” Morto un papa se ne fa un altro”.

Ricordo ancora con immensa tristezza quel Vangelo che il vento sfogliava sulla bara di papa Wojtyla. Era morto il Papa santo e se ne doveva fare un altro. Invece abbiamo assistito all’elezione di Papa Francesco perché il Papa Ratzinger ha abdicato. E’ diventato il Papa emerito. E qualche giorno fa un incontro storico: due Pontefici in Vaticano. Per la prima volta nella storia due pontefici vivono contemporaneamente in Vaticano. Una coabitazione che non si era mai verificata nel piccolo Stato.

Anche se il Papa emerito si ritirerà, come lui stesso aveva detto, nella preghiera e nello studio e non interverrà nella gestione della Chiesa. Ma non è da escludere che Benedetto e Francesco continueranno ad incontrarsi anche in un prossimo futuro, per parlare o pregare insieme. E chi ci potrà toccare. Con due papi siamo in una botte di ferro. Anche se irta di chiodi come quella in cui fu rinchiuso Attilio Regolo e fatto rotolare da una collina.

Ho le scarpe piene di passi, la faccia piena di schiaffi, il cuore pieno di battiti e gli occhi pieni di te”. Canterebbe Jovanotti

ELISA FIENGO 

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "La voce di Elisa"