09/05/2013

Il Bilancio 2012 della Camera di Commercio è carente ed incompleto

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/entecameralesannita.jpg

Il consigliere della Camera di Commercio Ignazio Catauro, dopo le denunce dei mesi scorsi, ritorna ad attaccare la gestione Masiello e questa volta prende di mira il documento più importante dell’Ente, ovvero il Bilancio 2012. Catauro, dopo aver lamentato che le modalità di convocazione dell’ultima seduta sia pur formalmente nei termini consentiti, di fatto non aiutano a facilitare il lavoro dei consiglieri di proposta e controllo, ha fatto notare che l’ultima seduta del Consiglio Camerale risale al 12 dicembre dello scorso anno, l’organo di indirizzo è stato convocato dopo oltre quattro mesi e mezzo, in palese violazione del comma 2 articolo 3 del Regolamento Camerale che prevede una convocazione a cadenza trimestrale.

Ciò comporta una mortificazione del ruolo e delle funzioni del Consiglio oltre ad un mancato coinvolgimento dei componenti per concorrere a determinare gli indirizzi generali delle attività della Camera di Commercio di Benevento, nonché a irrobustire la programmazione pluriennale delle attività camerali.

Inoltre compito del Consiglio è quello di verificare la rispondenza dei risultati dell’attività della Giunta agli indirizzi generali impartiti, cosa che nelle condizioni venutesi a determinare, appare davvero problematico.

Oggi, di fatto - ha dichiarato il consigliere Catauro - ci troviamo di fronte ad una espropriazione dei poteri del Consiglio, invece che un pieno coinvolgimento nelle scelte programmatiche dell’Ente, l’organo di indirizzo sembrerebbe essere chiamato solo per ratificare scelte compiute in altre sedi. Tutto ciò, mi porta ad esprimere un giudizio fortemente negativo sulla gestione Camerale e sugli indirizzi fin qui espressi dall’organo di governo dell’Ente.

Per quanto attiene al punto 2 dell’O.d.G. - ha continuato il presidente di Unimpresa - esprimo forti perplessità sul Bilancio d’Esercizio 2012 poiché negli atti della seduta consegnati al sottoscritto ho ritrovato solo la nota Integrativa al Bilancio d’Esercizio 2012 e degli stralci incomprensibili e decontestualizzati del Bilancio d’Esercizio 2012; inoltre non vi è alcuna traccia del Parere espresso dall’organo di revisione, pur essendo citato quest’ultimo nella proposta di delibera, il tutto confezionato in modo tale da non ricondurre ad alcuna unicità e razionalità della documentazione contabile, cosa che mi ha impedito di esplicitare compiutamente e dettagliatamente il potere di controllo e verifica assegnato esplicitamente dalla legge ai consiglieri per le voci del Bilancio d’Esercizio in approvazione”.   

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Cronaca"