23/05/2013

Non siamo più 'isola felice' ma lo Stato c'è e non demorde

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/laportaeblasco.jpg

Benevento isola felice della Campania”, quante volte abbiamo pronunciato orgogliosamente questa frase, credendo che la nostra città fosse immune dalla delinquenza. Ma dai dati emersi dalla Polizia di Stato di Benevento la nostra città non sembra poi così tanto “isola felice”.

Nel solo 2013 sono state arrestate ben 152 persone.

L’imponente crisi economica ha contribuito non poco all’aumento della delinquenza nella nostra città con un’infiltrazione e ramificazione di organizzazioni malavitose e camorristiche anche nel nostro territorio.

Il 2013 beneventano ha subito già 2303 furti e 66 rapine.

Questi sono solo alcuni dati che la Questura di Benevento ha voluto far emergere in occasione del 161° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato.

Numerose sono state le attività di Ordine Pubblico soprattutto monitorando le aree di crisi economica come per la Tessival di Airola, la RDB di Montesarchio dove proteste legali potevano sfociare nell’illegalità.

Prevenzione e sicurezza sono le attività più importanti che la Polizia di Benevento mette in campo, perché solo attraverso un monitoraggio del territorio si può avere più sicurezza.

Inoltre, nell’ambito della divisione Anticrimine, è stata costituita una sezione speciale che ha proprio il compito di monitorare eventuali sospetti o illeciti arricchimenti.

La Squadra Mobile nel solo 2013 ha già effettuato 83 arresti, denunciato all’Autorità Giudiziale 59 persone e sequestrato 7 armi.

Tutto ciò ha consentito un ridimensionamento della criminalità organizzata non solo nel capoluogo beneventano ma anche nelle Valli Telesina e Caudina.

I reati più contestati riguardano lo spaccio di stupefacenti, l’usura, estorsione, truffe, e appalti pubblici “truccati”.

Ma fortunatamente aumentano anche i controlli che la Polizia pone per incrementare la sicurezza della nostra città. È il caso della Stradale che ha implementato del 23% le pattuglie al fine di garantire maggiore tranquillità sulle nostre strade, con un incremento delle contravvenzioni del 121.95% rispetto allo scorso anno.

Sono state infatti contestate 37.815 infrazioni al codice della strada, 17.639 infrazioni per eccesso di velocità e 434 le patenti ritirate.

Insomma tutti questi dati emersi nel corso della Festa della Polizia ci devono far riflettere sullo stato del nostro territorio che purtroppo non è immune dalla delinquenza e dalla criminalità. Ma bisogna comunque credere e costruire una città migliore, un territorio sano e aiutare la Polizia di Stato nel difficile compito della tutela della città perché, come recita lo slogan della Festa della Polizia “c’è più sicurezza insieme”.

E come disse Antonio Manganelli “La battaglia quotidiana contro chi attenta alla sicurezza dei cittadini e dello Stato si vince solo insieme: uniti a fare squadra, a fare rete, ciascuno secondo ruoli, responsabilità”.

SILVIA RAMPONE

silvia_rampone@hotmail.it

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Cronaca"