06/11/2013

Il Premio Padre Pio a un emigrato in Scozia

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/premiopadrepio2013.jpg

Nella splendida cornice del Pala Verde dell’Area Fiera di Morcone, si è svolta la XIII Edizione del Premio Padre Pio, presentato da Claudio Lippi. L’evento spirituale è stato dedicato a Padre Antonio Gambale, il compianto confratello, il fedele amico ed uno degli ultimi seguaci del santo.

Tra i premiati il sannita Franco Martone che, originario di Vitulano, gestisce un ristorante con i suoi fratelli ed è presidente dell’Associazione Campani di Scozia e dell’Irlanda del Nord, vive ad Edimburgo con la sua famiglia da 35 anni. Ha fondato l’Associazione Amici di Padre Pio, promosso l’installazione di una statua del santo nella Cattedrale St. Mary’s, in Edimburgo.

Con lui ci siamo poi intrattenuti per una breve intervista.

In quale circostanza della sua esistenza ha invocato l’intercessione di San Pio da Pietrelicina, nostro conterraneo?

Circa 10 anni fa, ho implorato San Pio, per chiedere il suo aiuto in occasione di un momento particolare vissuto nella mia famiglia.

Quanti membri compongono l’Associazione Amici di Padre Pio, di cui lei è il fondatore?

In tutta la Gran Bretagna sono intorno a 3.000 gli iscritti al sodalizio, che nell’orizzonte della fede, cerca di imitare la figura ineguagliabile di San Pio.

In che modo avverte la presenza spirituale del Frate di Pietrelicina nel vissuto quotidiano?

Sempre, quando lavoro, nelle pause della giornata, al mattino e prima di andare a letto.

Avrebbe mai immaginato di ricevere il Premio Padre Pio Edizione 2013, in Morcone, dove ebbe inizio il 22 gennaio 1903, il cammino del giovane Francesco Forgione alla sequela di Gesù?

Assolutamente no ed è per questo che ne sono particolarmente felice.

Per quale motivazione è stato prescelto dalla Commissione Premio Padre Pio?

Per aver promosso l’installazione della statua di Padre Pio nella cattedrale di St. Mary’s, in Edimburgo, benedetto da Padre Gerardo da Flumeri. Conobbi Padre Gerardo circa 5-6 anni or sono, nella Chiesa di San Giovanni Rotondo, che mi illustrò dettagliatamente la mirabile opera dell’arch. Renzo Piano. Da quella circostanza ho mantenuto i rapporti amicali e spirituali con Padre Gerardo da Flumeri.

Ecco i nomi degli altri premiati: i ricercatori della Casa Sollievo della Sofferenza, inaugurato dal Frate di Pietrelicina, nel 1956, i Gruppi di Preghiera intrisi dei valori del Poverello d’Assisi, i dirigenti scolastici, gli imprenditori, gli operatori sociali nelle carceri, gli uomini di cultura, i personaggi dello sport e dello spettacolo. L’Arcivescovo di Benevento Andrea Mugione ha delegato il Vicario Generale mons. Pompilio Cristino a partecipare ad un evento in cui fede e devozione si coniugano mirabilmente.

Gli indirizzi di saluto sono stati rivolti alle autorità religiose, civili, militari e al numeroso pubblico presente dal presidente della Commissione Premio Padre Pio, Don Nicola Gagliarde, parroco di Morcone, dal Vice-Sindaco Ester D’Afflitto nonché assessore alla Cultura e dal Presidente del Centro Fiera Ferdinando Pisco. In prima fila i frati Cappuccini del Convento di Morcone, i sacerdoti, mons. Oscar Rizzato, già elemosiniere di Sua Santità, l’On. Mara Carfagna.

NICOLA MASTROCINQUE

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Chiesa Cattolica & Religioni"