Chiesa Cattolica - TORRECUSO - Riaperta al culto la cinquecentesca Chiesa dell'Annunziata

TORRECUSO - Riaperta al culto la cinquecentesca Chiesa dell'Annunziata Chiesa Cattolica

“Sono contentissimo per essere qua a Torrecuso per la rinascita, per la risurrezione di questa chiesa, di questo Tempio Sacro.  La grande partecipazione di fedeli mi fa capire che ci tenete tanto a questa chiesa, una chiesa che fa parte della vostra storia attraverso la quale si costruisce l’identità di questa comunità”. Così sua eccellenza l’arcivescovo di Benevento, monsignor Felice Accrocca in occasione della inaugurazione e apertura al culto della Chiesa cinquecentesca della Santissima Annunziata, di proprietà del Comune, che dopo diversi anni di lavori di recupero e di consolidamento statico è stata  restituita al popolo torrecusano.

“C’è bisogno di unità nelle comunità - ha continuato Accrocca, ricordando le parole di Papa Francesco pronunciate poche ore prima a Pietrelcina in occasione della visita ai luoghi natali di San Pio - il paese deve essere unito, perché uniti si cresce. E questa chiesa che è rinata deve servire a Torrecuso per continuare a camminare della fede e ad accrescerla sempre più”.

In tantissimi hanno partecipato alla cerimonia e alla celebrazione eucaristica, nonostante il tempo non fosse clemente. In molte persone si leggeva sul viso una forte emozione, tante lacrime di felicità, tante lacrime di ricordi e tanti tanti applausi che hanno accompagnato l’apertura della porta centrale con l’ingresso in processione del popolo di Torrecuso.

E lo si vede dalle foto scattate da Mariano Mortaruolo.

Ad aprire la porta oltre monsignor Accrocca, il sindaco di Torrecuso Erasmo Cutillo insieme a tutta l’amministrazione comunale e naturalmente don Antonio Fragnito parroco di Torrecuso. Nel complesso i lavori, realizzati dalla impresa Tecnocostruzioni srl  hanno interessato in particolar modo il corpo-congrega, i locali sotterranei riqualificati totalmente, lo spazio antistante il prospetto a valle e i percorsi pedonali immediatamente attigui alla Chiesa. Nei piani inferiori nascerà un museo antropologico e un auditorium di eccellenza.

“Mi sono fortemente emozionato - ha affermato invece don Antonio -  quando è stata riposta la pisside all’interno del tabernacolo dopo ben 13 anni. Una emozione  profonda trasmessa anche dalla grande partecipazione di fedeli che commossi sono rientrati nella chiesa. Poi ho visto la gioia nei bambini, nei giovani e nelle famiglie presenti. Ai nostri bambini dovremmo farli innamorare di questa monumentale chiesa… così come ai nostri giovani. La Chiesa dell’Annunziata per molti è un ricordo di infanzia e per tanti rappresenta momenti importanti della propria vita ed il mio augurio è che la comunità torrecusana possa crescere ancora e possa ritrovarsi unita sempre più nella preghiera.

Voglio ringraziare il nostro arcivescovo sua eccellenza monsignor Accrocca - ha concluso don Antonio - che ha accettato subito l’invito di venire a benedire questo tempio sacro e di condividere con noi questo momento di gioia. Ora insieme possiamo già ritrovarci in questa chiesa per le festività pasquali”. 

Altre immagini