Confindustria, Liverini al prefetto Cappetta: ''Collaborazione istituzionale alla base del benessere economico e sociale'' Economia

Collaborazione istituzionale alla base del benessere economico e sociale: è questo il monito lanciato dal presidente di Confindustria Benevento Filippo Liverini al nuovo prefetto Francesco Antonio Cappetta.

“Abbiamo appreso del  trasferimento del prefetto Paola Galeone a Cosenza e della designazione di sua  eccellenza  Francesco Antonio Cappetta  quale prefetto di Benevento - dichiara Filippo Liverini -. Dopo oltre quattro anni di lavoro e di impegno realizzati nei confronti del nostro territorio, approfittiamo di questo momento per rivolgere, come sistema confindustriale, a sua eccellenza Paola Galeone i nostri più sentiti ringraziamenti per il suo prezioso sostegno in anni difficili per la nostra provincia.Grazie alla proficua collaborazione con la prefettura siamo riusciti a superaresituazioni complesse, come quella dell’alluvione nell’ottobre del 2015.

Abbiamo affrontato questioni delicate come quella delle cave e quella più recente del depuratore. In questo periodo abbiamo sempre potuto contare sulla disponibilità della dottoressa Paola Galeone che non ha mai fatto mancare il proprio sostegno al sistema imprenditoriale.

Una buona ed efficiente collaborazione istituzionale è alla base dello sviluppo sistema economico e del benessere dell’intera collettività. Con questo spirito collaborativo, formuliamo, dunque le più vive congratulazioni al nuovo prefetto, sua eccellenza Francesco Antonio Cappetta che saprà, anche alla luce della sua lunga carriera ed esperienza, ed in continuità con l’azione già intrapresa, dedicare la giusta  attenzione al nostro sistema economico e alle sue esigenze.

Sono molte infatti le tematiche che richiedono una costante collaborazione tra Confindustria e Prefettura.

Penso ad esempio alla questione dell’antimafia e ad altre numerose situazioni prioritarie per le imprese, che vedono nella prefettura un punto fermo di riferimento, in un contesto provinciale che sta progressivamente perdendo i suoi riferimenti istituzionali. Il nostro obiettivo è quello di fornire la nostra più ampia collaborazione affinchè sia possibile creare quelle condizioni di cooperazione alla base ogni possibile di successo”.