A Cervinara una vittoria annunciata Enti

Stravince Tangredi, che si conferma per il secondo mandato alla guida di Cervinara, ma sbancano le donne, ben cinque le elette, un fatto mai accaduto nella cittadina caudina.

Ma le novità non finiscono qui, dei dodici consiglieri eletti, ben sette sono matricole, cinque i riconfermati, restano a piedi in questo turno elettorale ben tre assessori uscenti: Antonio Mastantuoni, Mario Criscuoli e Franco Vaccariello.

Insomma non finisce di stupire questa tornata elettorale amministrativa di Cervinara, iniziata con la mancata presentazione della lista degli oppositori del sindaco Tangredi, poi la spaccatura nel Pd, infine la scelta di esponenti di questo partito come Caterina Lengua e Anna Marro di entrare nella lista “Cervinara nel cuore“ del sindaco uscente Filuccio Tangredi.

Poi il confronto politico tra le due liste presentate, la seconda “Cervinara Bene Comune”, guidata da Vincenzo Iuliano, prima un confronto sui problemi del paese: zona rossa, puc, turismo, rifiuti, tributi, cultura, sviluppo e altro, ma poi nell’immediata vigilia del voto toni aspri che vano sul personale con colpi sotto la cintura. Ma ora ci sono i risultati, i numeri mettono fine alle polemiche. Si prende la sua personale rivincita Caterina Lengua, 1.192 preferenze dicono che la vincitrice morale di queste elezioni è lei, quasi dovuta la poltrona di vice sindaco.

Un risultato quello di Lengua che oscura finanche la riconferma di Tangredi. Vanno bene anche le altre donne a cominciare dalla giovane Paola Pallotta, esordiente che ottiene ben 672 voti, dalla dirigente regionale del Pd Anna Marro, alla sua prima esperienza elettorale, che porta a casa ben 591 preferenze, poi ancora Raffaella Cioffi giovane avvocato della Frazione Valle, anche lei esordiente, ottiene 493 preferenze.

Una donna primeggia anche nella lista perdente, si tratta di Veronica Spiotta, anche lei della Frazione Valle che riesce a mettere insieme nientedimeno che 549 preferenze. I quattro posti riservati all’opposizione saranno riservati tutti a esordienti, a cominciare dal candidato sindaco sconfitto Vincenzo Iuliano.

ALESSIA RUSSO

Altre immagini