Enti - Il sindaco Napoletano è già pronto a ricandidarsi

Il sindaco Napoletano è già pronto a ricandidarsi Enti

Gli elettori del Comune di Airola, come molti altri della Valle Caudina, si recheranno nuovamente alle urne nel maggio 2016, per la elezione del sindaco e dell’intero Consiglio.

Se si pensa ai risultati delle passate elezioni amministrative, del 15 e 16 maggio 2011, quando la lista “Airola Città Nuova” del sindaco Michele Napoletano (Pd) ottenne il 43,55 %, riuscendo ad ottenere otto seggi contro i due della lista “Progetto Airola”, che conseguì il 27% e i due della lista “Esperienza e Passione” che raggiunse il 18,49 %, seguite poi dal 6,91% di “Airola Futura” e il 3,97 % del Movimento 5 stelle, è facile immaginare una probabile rielezione di Napoletano, viste le sue chiare intenzioni di ricandidarsi a primo cittadino del comune caudino.

Tuttavia nel corso del suo primo mandato, il sindaco ha dovuto fare i conti con diverse fratture interne, iniziate nel gennaio 2013 quando, dopo aver consultato la sua maggioranza, revocò il suo vice Pasqualino Ruggiero sostenendo che, oramai era venuto meno quel rapporto di fiducia tra i due.

L’anno dopo nel 2014 si registra un’ulteriore strappo tutto interno al gruppo di maggioranza Pd, allorquando il consigliere Giuseppe Maltese rimise le due deleghe di capogruppo della maggioranza e servizio di Polizia municipale, in quella occasione il capogruppo affermò: “Ho sempre ricercato il confronto leale e concreto, rappresentando costantemente e con chiarezza le mie proposte ed il mio disagio al sindaco, ai colleghi di maggioranza ed ai dirigenti politici locali. Mi aspettavo qualche sana riflessione politica, non a mia difesa ovviamente, ma per gli argomenti in discussione e, nonostante ciò, ho registrato solo indifferenza, bugie e dinieghi ingiustificati. Di certo, il fatto che un sindaco assegni deleghe e incarichi per poi non considerare assolutamente il pensiero dei delegati o incaricati, non apre a sereni orizzonti. Se poi ciò avviene nell'assoluto silenzio del mondo amministrativo e politico locale, tali comportamenti assurgono all’incomprensibile”.

Con questi presupposti mi accingo ad incontrare, nella stanza del primo cittadino, Michele Napoletano e dopo i dovuti convenevoli gli chiedo:

Sindaco come immagina la sua nuova squadra per le prossime amministrative, visti i diversi malcontenti, soprattutto del gruppo maltesiano all’interno del suo stesso circolo cittadino del Pd?”

Il sindaco Napoletano con molta franchezza e serenità sottolinea la sua intenzione di riconfermare tutta la squadra, vista la compattezza e la coesione dimostrata in questi anni; inoltre afferma che il gruppo si arricchirà di nuove figure femminili, questo grazie anche alla legge che obbliga, per il prossimo mandato, di inserire due assessori del gentil sesso.

Riguardo al malcontento del consigliere Maltese, il sindaco ha affermato: “Maltese non ha condiviso alcune scelte dell’Amministrazione Napoletano, certamente non sarò io a dire non fai più parte della squadra, ma sarà lui che dovrà fare una cronistoria e capire quale sia la scelta migliore, se candidarsi con il sottoscritto o scegliere altre strade. Le porte sono aperte a tutti! Immagino una squadra ancora più dinamica con alcuni nomi giovani da poter affiancare all’esperienza degli assessori e dei consiglieri di maggioranza”.

Tra le righe è possibile leggere una volontà di rinnovamento, si presuppone che già dopo l’estate cominceranno a circolare i primi nomi. L’augurio è che tutto si svolga, come sempre, nel rispetto delle regole democratiche e con argomenti del tutto leali.

ETTORE RUGGIERO

Altre immagini