Enti - Imprese funebri, Mortaruolo: ''La Regione Campania al fianco delle pmi e dei lavoratori. E' stata una battaglia di civiltà''

Imprese funebri, Mortaruolo: ''La Regione Campania al fianco delle pmi e dei lavoratori. E' stata una battaglia di civiltà'' Enti

 

“Questa mattina ho incontrato a Benevento gli operatori funebri della Campania per condividere con loro la soddisfazione per uno straordinario raggiunto insieme in questi mesi e che si è concretizzato con l’approvazione delle proposte avanzate al presidente De Luca e alla Giunta regionale volte a garantire la sopravvivenza di 700 piccole e medie imprese del settore e di 5mila posti di lavoro”. Così il consigliere regionale e vicepresidente della Commissione Agricoltura della Campania, Erasmo Mortaruolo al termine dell’incontro con gli operatori funebri che si è tenuto questa mattina presso la sede provinciale del Partito Democratico di Benevento.

“Sono contento di questo risultato - prosegue Mortaruolo - per il quale ringrazio anzitutto tutti gli operatori del settore che, con determinazione e serietà, hanno animato questo percorso non facile ma che ha trovato in me e nella Regione Campania interlocutori disponibili a portare avanti una battaglia di civiltà. Un ringraziamento al governatore De Luca e alla Giunta per aver recepito la sollecitazione che in più occasioni ho manifestato e per aver colto, con fare lungimirante, la portata anche storica connessa all'adozione delle proposte avanzate che pongono dunque la Campania come pioniera in Italia sul tema. Ho sostenuto la loro battaglia, giusta e doverosa, per dare voce a chi opera con onestà in un settore delicato, quale quello funerario, soprattutto in Campania. Con le modifiche approvate, come la tipologia del contratto di lavoro per i dipendenti delle imprese funerarie, oltre l’80 per cento delle imprese funebri della Campania potrà continuare a svolgere la propria attività con professionalità, a dare lavoro e ad evitare monopoli che avrebbero potuto condizionare il mercato del caro estinto a discapito delle famiglie”.