Enti - Nel Comune irpino donne in prima linea

Nel Comune irpino donne in prima linea Enti

Partita la lunga campagna elettorale amministrativa per l’elezione del nuovo sindaco di Cervinara.

Ad aprire la contesa è stato il movimento Bene Comune, che dopo un serie di incontri e dibattiti ha confermato la sua presenza alle elezioni di fine maggio con una propria lista, intorno al candidato sindaco Vincenzo Iuliano.

Ma il fatto nuovo, la caratteristica predominante di queste elezioni è senza alcun dubbio quella della presenza delle donne.

Il ridotto numero di consiglieri da eleggere, si è passati da venti a dodici, la necessità di assicurare la presenza femminile in lista ad almeno quattro candidati, il doppio voto di preferenza, con uno riservato esclusivamente alle donne, ha scatenato una vera e propria corsa in rosa alla candidatura.

Ecco quindi che questo improvviso interesse per la politica delle donne cervinaresi sta attraversando tutti gli strati sociali, non solo giovani e note professioniste, addirittura casalinghe e persone normali.

Un assaggio lo si è avuto domenica scorsa al primo comizio di Bene Comune, sul palco senza remore, diverse donne, tranquille e decise a dire la loro.

Una corsa alla candidatura rosa che gli opposti schieramenti stanno cercando di intercettare, non solo per portare più voti alla propria lista, ma anche per risolvere il problema dei pochi posti disponibili rispetto ai tanti aspiranti candidati.

E così può accadere che un consigliere uscente rinunci e al suo posto ecco pronta a scendere in campo la figlia oppure una amica dello stesso gruppo di appartenenza. E’ questo lo scenario al momento.

La competizione in rosa si trasferisce anche all’interno dei partiti, come ad esempio il Pd, dove per due possibili candidate, Caterina Lengua già segretaria provinciale del partito e attualmente consigliere provinciale, e Anna Marro esponente regionale del partito, che sono decise ad andare con l’attuale sindaco Tangredi, c’è la segretaria della sezione Giuseppina Cillo che invece si schiera per l’alternativa a Tangredi.

Nell’altro schieramento che comprende diversi consiglieri di opposizione il fattore donna sembra avere la meglio, addirittura in lista sarebbero più degli uomini, la necessità evidente di rinnovare concretamente.

Anche qui diversi i nomi certi dall’ex sindaco Alda Lanni, all’attivissima Claudia Cioffi, con all’attivo una esperienza di pochi mesi di assessore esterno nella giunta Tangredi, da cui si dimise per evidenti incompatibilità politiche e amministrative.

ALESSIA RUSSO

Altre immagini