Più spazi per i bambini Enti

Il ritorno al confronto democratico tra maggioranza e opposizione dopo due commissariamenti prefettizi consecutivi fa sembrare a Paduli straordinario quello che in altri tempi e altrove era ed è normale routine. Il consigliere d’opposizione Antonio Sarno, unico eletto della formazione Paduli Nuova e capogruppo della stessa, la scorsa settimana ha presentato un’istanza indirizzata all’assessora Chiara Marmorale, delegata alle politiche sociali, richiedendo un intervento in considerazione del fatto che non esistono in paese spazi adeguati per attività ludico-ricreative infantili né impianti sportivi di facile accesso. Preso nota della necessità, evidenziata a più voci dagli stessi cittadini, di organizzazioni e strutture per accogliere i figli di genitori lavoratori nel periodo estivo, si è fatto portavoce di tali bisogni divenuti ormai vere urgenze in tale periodo con la concomitante chiusura delle scuole.

Richiedendo pertanto l’individuazione e la messa a norma di aree adatte e sicure per le attività ricreative dei bambini: le poche giostrine nella villa comunale sono ormai troppo vecchie e hanno bisogno di continua manutenzione, ma soprattutto non si trovano in un’area sicura, pulita e protetta come dovrebbe essere. Sollecitando inoltre una gestione razionale dei campi di tennis e di calcetto in via Ariella, buone strutture ma poco facilmente fruibili, potrebbero invece favorire la socializzazione dei ragazzi nel periodo estivo. Auspicando infine l’organizzazione diretta o l’incentivo alla realizzazione di un campo solare con baby parking: i genitori lavoratori, terminate le scuole, hanno non poche difficoltà nel reperire persone con la giusta professionalità che si possano occupare dei propri figli e molto spesso sono costretti a rivolgersi a strutture fuori paese, lievitando spese e problemi logistici.

«Ho preso - aveva dichiarato Antonio Sarno - degli impegni con i cittadini di Paduli e metterò in campo tutte le mie forze per onorarli. Ci sono delle urgenze da affrontare subito, non possiamo più aspettare, e la prima necessità in ordine temporale è pensare all’estate dei bambini. Durante il nostro punto d’incontro domenicale fatto un mese fa, i bambini ci hanno raccontato i loro desideri per un paese migliore e la loro prima richiesta è stata avere spazi per giocare; non è una richiesta irrealizzabile, per cui diamoci da fare».

La giunta Vessichelli non ha tardato a far pervenire la propria risposta, tanto che ora il consigliere Antonio Sarno esprime soddisfazione per l’iniziativa del campo solare intrapresa dall’amministrazione: «Siamo soddisfatti dell’iniziativa del campo estivo, la giunta è stata molto tempestiva nell’accogliere la nostra istanza a favore dell’infanzia. È un bell’esempio di collaborazione istituzionale. Spero siano prese in considerazione le disponibilità che terzi hanno già mostrato nell’organizzazione di una tale iniziativa».

GIANCARLO SCARAMUZZO

giancarloscaramuzzo@libero.it

Altre immagini