Enti - Riflessioni di un viaggiatore

Riflessioni di un viaggiatore Enti

La strada statale 372, meglio conosciuta come “Telesina”, ha inizio presso il casello di Caianello e termina sul raccordo autostradale di Benevento all’intersezione con la SS 7 Appia.

L’arteria, oltre ad essere importante per il collegamento del capoluogo sannita con parte della sua provincia, riveste ancora maggiore importanza per i collegamenti regionali e nazionali perché permette di raggiungere agevolmente l’autostrada A1 (Milano-Napoli). Permette anche un percorso alternativo tra la stessa A1 e la A16 (Napoli-Canosa), più breve rispetto a quello autostradale, con un notevole risparmio di tempo e denaro.

La strada è costituita da una sola corsia per quasi tutta la sua estensione sino alle porte di Benevento, dove diventa a due corsie. Per tutta la sua estensione i limiti di velocità, sin dalla sua nascita, sono stati molto limitati, 80 Km/h, anche dove diventa a due corsie, e 60 in prossimità degli svincoli.

La SS372 nell’ultimo decennio ha avuto un incremento di traffico incredibile, soprattutto quello pesante nazionale ed estero diretto al sud. Traffico forse non previsto all’epoca della sua progettazione. Però, il tracciato è rimasto sempre lo stesso. O meglio è peggiorato con il passare degli anni. Infatti, oggi la strada ha subito un notevole deperimento. Non mancano avvallamenti, dossi, ogni volta che piove si creano dei pantani perché gli scoli dell’acqua sono perennemente intasati, nelle cunette cresce rigogliosa la verde erba sannita, buche a non finire, vaste estese di asfalto abraso e le aree di sosta sono diventate discariche a cielo aperto. Anzi si può benissimo dire che ogni tanto c’è anche del manto intatto. Si corre ai ripari, viene posizionata apposita segnaletica orizzontale,che, per decenni, evidenzia il pericolo.

Una tantum, a campione, vengono effettuati dei rattoppi che durano fino alla successiva pioggia.

Però, l’ultima soluzione adottata dall’Ente gestore della SS372 per ridurre i pericoli, derivanti dalla scarsa o assente manutenzione, è di quelle che nessuno avrebbe mai osato immaginare: il limite di velocità è stato portato da 80 Km/h a 60 Km/h sull’intero percorso a carreggiata unica, scaricando così la responsabilità per eventuali incidenti sugli automobilisti. Come se questi, che devono fare lo slalom tra le buche, stare con gli occhi sgranati per non incappare negli autoveloxed essere supertartassati economicamente, non avessero alcun diritto, non avessero diritto ad una strada sicura. Continuando così, tra qualche anno, converrà percorrere la SS372 solo a piedi. Voi direte: e dov’è il paradosso? Il paradosso è che la SS372 Telesina è classificata come “STRADA A SCORRIMENTO VELOCE”. Le lumache si divertiranno un mondo.

FULVIO SANTAGATA

Quotidiano percorritore della SS372

Altre immagini