Eventi - Al Magnifico Teatro Visbaal va in scena 'Nevrotika'

Al Magnifico Teatro Visbaal va in scena 'Nevrotika' Eventi

Continua la proposta teatrale al Magnifico Visbaal Teatro (via Fimbrio 6 - Quartiere Triggio - Benevento), i prossimi 12 e 13 gennaio, alle 21.00, sarà in scena Nevrotika scritto e diretto da Fabiana Fazio con Fabiana Fazio, Giulia Musciacco e Valeria Fallicciardi.

Lo spettacolo è in sostituzione del previsto “Il buco” di Nadia   Perciabosco che sarà prossimamente recuperato.

Note di regia

Liberamente ispirato agli scritti dello  psicologo e filosofo P. Watzlawick (Istruzioni per rendersi infelici) e a quelli dello psichiatra, psicologo e antropologo cileno, C. Naranjo (Caratttere e Nevrosi), lo spettacolo è frutto di una riflessione su quelle che sono le conseguenze che una società “sempre più malata” come la nostra può avere sui singoli individui.

E se è vero che le nevrosi sono principalmente un “disturbo dell'adattamento”, Nevrotika si propone di attraversare, con uno sguardo ironico, tagliente ed esorcizzante, i vari aspetti di questo “moderno disagio”, con un lavoro che prevede varie successive tappe (ecco perchè la divisione in “volumi”), al fine di creare un vero e proprio “catalogo completo” dei disadattati.

Un lavoro in divenire, insomma che prova a enfatizzare e mettere alla berlina i meccanismi mentali che ci allontanano inconsapevolmente dalla felicità.

Si va ormai verso la dimenticanza del sé. Il proprio sé scivola sempre più nell’oblio, nella società di oggi, in cui è invece sempre più pressante l'esigenza di amalgamarsi all'identità di massa. I nostri impulsi, i nostri desideri, la nostra felicità vengono così sacrificati.

Dunque siamo noi stessi a renderci infelici (come dice Watzlawick nel suo “istruzioni per rendersi infelici”)... e allora perchè non provare a farlo come si deve, andandone persino fieri? Perchè cercare disperatamente e inutilmente di essere felici quando si potrebbe diventare dei veri artisti nell'arte della sofferenza?

In fondo... “della felicità non sapremmo cosa farcene!”. Questa la nostra piccola provocazione. Avete anche voi il timore di essere affetti da questo “degrado della coscienza”? Cercate rassicurazioni? Noi vi toglieremo ogni piccolo dubbio...

Disadattati di tutto il mondo unitevi!