'Comunicazione e misericordia: un anno fecondo'. Celebrata la messa in onore di S. Francesco di Sales, patrono dei giornalisti Eventi

Nell'Anno Santo della Misericordia ed in occasione della 50esima Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali e' stato diramato dal Vaticano il messaggio di Papa Francesco dal titolo 'Comunicazione e misericordia: un anno fecondo'.

Alcuni passi sono stati letti e commentati questa sera da mons. Andrea Mugione, arcivescovo di Benevento, durante la Santa Messa celebrata dall'altare maggiore della cattedrale metropolitana in occasione della memoria di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti.

Un momento di condivisione spirituale - organizzato come ogni anno dall'Assostampa Sannita presieduta da Giovanni Fuccio - a cui i giornalisti sanniti hanno risposto numerosi anche stavolta.

'La comunicazione - scrive il Santo Padre - ha il potere di creare ponti, di favorire l’incontro e l’inclusione, arricchendo così la società. Com’è bello vedere persone impegnate a scegliere con cura parole e gesti per superare le incomprensioni, guarire la memoria ferita e costruire pace e armonia. Le parole possono gettare ponti tra le persone, le famiglie, i gruppi sociali, i popoli. E questo sia nell’ambiente fisico sia in quello digitale'.

'La comunicazione se fatta con amore è portatrice della forza di Dio', questa la sottolineatura di mons. Mugione.

'Anche e-mail, sms, reti sociali, chat possono essere forme di comunicazione pienamente umane - recita ancora il messaggio papale -. Non è la tecnologia che determina se la comunicazione è autentica o meno, ma il cuore dell’uomo e la sua capacità di usare bene i mezzi a sua disposizione. Le reti sociali sono capaci di favorire le relazioni e di promuovere il bene della società ma possono anche condurre ad un’ulteriore polarizzazione e divisione tra le persone e i gruppi. L’ambiente digitale è una piazza, un luogo di incontro, dove si può accarezzare o ferire, avere una discussione proficua o un linciaggio morale'.

La liturgia domenicale è stata soavemente allietata dal Coro S. Cecilia diretto dal M° don Lupo Ciaglia, notevole inoltre l'assolo di Antonella Maturi.

Hanno concelebrato con mons. Andrea Mugione, mons. Abramo Martignetti e don Alessandro Pilla.

Al termine delle cerimonia religiosa gli operatori della comunicazione sannita si sono intrattenuti nei saloni della Curia per uno scambio di opinioni e qualche allegro scatto fotografico.

ANNAMARIA GANGALE

annamariagangale@hotmail.it

Foto di Antonio Caporaso - www.antoniocaporaso.it

Altre immagini