Accesso ed uscita dallo stadio per le partite del Benevento. Varricchio (Pd): 'Servizio inadeguato che causa lunghe code' In primo piano

Il consigliere comunale del Pd Marialetizia Varricchio interviene sulle lacune del servizio che disciplina l'ingresso allo stadio 'Ciro Vigorito' e il deflusso del traffico in occasione delle partite interne del Benevento.

'Devo purtroppo evidenziare - spiega la Varricchio - quanto sia diventato complicato per i tifosi e per gli sportivi sia entrare allo stadio per assistere alle partite del Benevento che lasciare l’impianto stesso con la propria auto dopo il fischio finale. Mi preme anzitutto sottolineare l’inadeguatezza del servizio che gestisce l’accesso al settore Curva sud che sottopone gli avventori a code interminabili. In fase di prefiltraggio poi, succede che, a causa della totale assenza di corridoi transennati al di fuori di ciascun varco, i soliti incivili, travestiti da furbetti dell’ultim’ora, pur arrivando in ritardo finiscono con l’eludere la fila e ad introdursi in anticipo rispetto a chi è arrivato prima di loro. Tutto questo, che avviene sotto gli occhi degli steward che nulla fanno per regolamentare la successione e salvaguardare chi ha la priorità perché è già lì da parecchio, accade perché, non essendoci la possibilità di incolonnarsi, si approfitta in maniera subdola della ressa che viene a crearsi e della buonafede delle tante persone perbene, in alcuni casi anche genitori con figli piccoli, che invece aspettano pazienti il proprio turno. E’ assurdo che soprattutto persone anziane e bambini debbano aspettare in piedi a volte fino a tre quarti d’ora prima di poter prendere posto all’interno del settore. Da abbonata della Curva sud ho assistito personalmente, più volte, a situazioni del genere, e devo dire che non sono più tollerabili'.

Quella dell’ingresso in curva sud non è però l’unico disservizio che la Varricchio segnala.

'Più o meno lo stesso problema si verifica nel settore Distinti - prosegue la consigliera del Pd - con la gente spazientita per le lunghe attese ai varchi d’accesso, anche se mi raccontano che lì le cose sono leggermente migliorate rispetto a quanto accaduto nelle prime partite. In quel settore mi dicono che il vero dramma sia un altro, ossia quello del deflusso delle auto a fine gara. Per uscire dall’imbottigliamento che viene a crearsi, a causa della chiusura dell’asse Interquartiere (che dal viadotto delle Streghe porta a via Fontanelle) che viene riservato al deflusso della tifoseria ospite (in alcuni casi totalmente assente come quella della Pro Vercelli) e dell’interruzione di Lungosabato Don Emilio Matarazzo (con relativo obbligo di deviazione e canalizzazione su via Columbro, via Del Pozzo Ciriaco e reimmissione da via Cardone), occorrono tempi biblici che causano notevoli disagi a chi ha impegni successivi, sia di lavoro che personali o familiari'.

'Ora premesso che due varchi per un totale di quattro tornelli per ciascun settore tra Curva sud e Distinti sono pochi (e per aggiungerne degli altri serve tempo e denaro), e che neppure si può costringere la gente a presentarsi allo stadio con due ore di anticipo - conclude la Varricchio - mi appello a tutti gli organi competenti affinché pensino ad una soluzione che possa quantomeno ridurre i tempi di accesso al prefiltraggio, magari col potenziamento del numero degli steward ai varchi, ed un’altra che eviti l’elusione della fila da parte dei soliti furbi, creando un corridoio con transenne rimovibili che disciplini la coda ed imponga l’incolonnamento. Certi servizi con la conquista serie della B andrebbero migliorati, e invece pare siano peggiorati.

Quanto al deflusso delle auto dal settore Distinti, si potrebbe predisporre un dispositivo di traffico alternativo, semmai in vigore solo per le ore immediatamente successive alla partita, che in qualche modo alleggerisca il flusso di auto proveniente da via Napoli (il nodo principale è l’ingorgo che si crea con l’innesto sul Ponte Santa Maria degli Angeli delle auto provenienti da Lungosabato Matarazzo). Altra ipotesi sarebbe quella di trattenere la tifoseria ospite in Curva nord (come avviene sistematicamente per i tifosi del Benevento in trasferta: vedi Trapani dove sono stati fatti uscire più di un’ora dopo la fine della partita nonostante il lunghissimo tragitto che avrebbero dovuto sobbarcarsi per il ritorno) consentendo, nel frattempo, alle auto del settore Distinti di incamminarsi anche attraverso l’asse Interquartiere (viadotto delle Streghe in direzione via Fontanelle), snellendo così sensibilmente il flusso su Lungosabato Matarazzo e velocizzando l’uscita dal parcheggio del settore'.

Altre immagini