AIROLA - Giornata conclusiva della V edizione del Corso Concorso di scrittura 'Don Peppe Diana' In primo piano

Oggi giovedi' 23 giugno, alle ore 18.30, presso il Salone del Convento di S. Pasquale, avra' luogo la giornata conclusiva della quinta edizione del Corso Concorso di scrittura Don Peppe Diana promosso dal Comitato Corso Caudino “S. Pasquale”.

Quest’anno ricorre il settantesimo anniversario della nostra Repubblica e si è voluto quindi riflettere sul difficile percorso che portò il Popolo italiano al Referendum istituzionale e alla Costituzione, per dare poi alla luce la Costituzione repubblicana, che, in 139 articoli, coniuga valori universali validi per tutti i tempi e per tutte le latitudini.

Numerosi anche quest’anno sono i stati i ragazzi, delle scuole secondarie di primo grado che hanno affrontando la prova concorsuale, scegliendo come sempre autonomamente la tipologia testuale (lettera, racconto, tema tradizionale).

Il 19 marzo scorso infatti circa 100 ragazzi delle Scuole Medie di Airola, Arpaia, Caivano, Durazzano, Frattamaggiore e Moiano sono stati impegnati nello svolgimento di un tema relativo alla Costituzione Italiana. Non a caso fu scelta la data del 19 marzo, in quanto proprio il 19 marzo di 22 anni nel 1994, don Peppe Diana, sacerdote campano, veniva brutalmente ammazzato a Casal di Principe, nella sua Chiesa, a colpi di pistola, mentre si apprestava a celebrare la santa messa.

Assassinato dalla camorra per il suo impegno antimafia.

Nella serata verranno premiati i primi tre classificati al Concorso di scrittura e verranno lette alcune drammatiche testimonianze e parole di congedo contenute nelle ultime lettere di uomini e donne della Resistenza condannati a morte.

Dopo i saluti del sindaco Michele Napoletano; del presidente del Comitato Corso Caudino “San Pasquale”, Domenico Ruggiero e di padre Luciano Benedetto, guardiano del convento di San Pasquale; sarà la volta degli interventi del preside Andrea De Rosa, dirigente scolastico e presidente della Commissione esaminatrice del Concorso di scrittura; di Carmen Maffeo, presidente Unicef di Benevento; del molto reverendo padre Antonio Tremigliozzi, nuovo provinciale dei Frati Minori del Sannio e dell’Irpinia; di Antonio Campese, presidente della Camera di Commercio di Benevento e di Maria Rosaria Bosco Lucarelli, nipote di Giambattista Bosco Lucarelli vice presidente dell’Assemblea costituente (1946/1948), importantissima figura politica del Sannio. Il tutto verrà moderato da Ettore Ruggiero.

Le insegnanti referenti del progetto: le professoresse Rosa Marino, Luciana Ciervo, Monica Del Sordo e padre Roberto D’Orazio, durante tutto l’anno scolastico hanno proposto diverse attività di supporto, relative al tema del progetto; a loro va il ringraziamento più sentito da parte di tutti i soci del Comitato.

E’ importantissimo tenere accesa nei giovani la fede nei valori della solidarietà e della democrazia sui quali bisogna alimentare sempre la fiamma della partecipazione perché, come afferma Calamandrei sulla libertà si vigila, non possiamo permetterci delle distrazioni, rischieremo di provare lo stesso senso di soffocamento sperimentato dai nostri Padri.

ETTORE RUGGIERO

Altre immagini