'Ali e Radici', presentato il Calendario 2016 della Fondazione Angelo Affinita Onlus In primo piano

Il No Profit e' un settore della nostra economia che e' sempre piu' in espansione, ma poco si conosce sulle varie attivita' realizzate sul territorio da associazioni, fondazioni, cooperative sociali, imprese sociali, fondazioni di comunità.

Eppure tanti sono i soggetti che concretamente creano valore sociale, soddisfano bisogni ignorati dalle istituzioni, concorrono alla realizzazione del Bene Comune e cercano di migliorare lo stato di cose e di “Ridurre le differenze”.

Recentemente abbiamo conosciuto ad esempio la Fondazione Angelo Affinita Onlus in occasione della presentazione del Calendario 2016 che il 29 novembre, accompagnata da concerto di pianoforte di Alessio Mastrodonato, si è tenuta a Napoli presso Palazzo San Teodoro, antica prestigiosa residenza gentilizia, un tempo di proprietà dei Caracciolo.

Il calendario ritrae le opere di Simona Lanzillo, che rappresentano vari tipi di alberi, elemento di congiunzione tra terra e cielo. Le opere si ispirano ad un proverbio arabo che parla di Ali e radici, perché “solo se ha messo buone radici la pianta crescerà finché, diventata albero, mostrerà con l’estensione dei suoi rami la dimensione della sua profondità, e più forti saranno le radici più in alto voleranno i suoi rami”.

Obiettivo della Fondazione è sostenere soprattutto i bambini per dare loro buone radici e consentire un giorno di diventare adulti autonomi e responsabili.

La fondazione, che ha sede ad Arpaia, è stata costituita nel 2010 dai familiari di Angelo Affinita, illuminato imprenditore campano, che si è sempre attivato per sostenere i giovani e dare loro una possibilità per il futuro.

Ha realizzato diversi progetti in Italia e all’estero per il sostegno dell’infanzia, per l’educazione e la formazione professionale di giovani con difficoltà economiche e sociali.

In particolare si evidenzia il progetto Creattiva che ha consentito l’allestimento all’interno dell’Istituto Penale Minorile di Airola (BN) di un laboratorio di ceramica artistica per dare ai minori soggetti a misure detentive una prospettiva concreta di reinserimento in società.

Sono inoltre state finanziate dalla Fondazione borse di studio per master universitari e giovani talenti in ambito artistico in collaborazione con l’Università del Sannio ed altri enti locali; ad esempio con il concorso “Economia e risparmio”sono state assegnate borse di studio per giovani meritevoli dei comuni della provincia di Benevento - Valle Caudina.

Ed è anche con il contributo della fondazione Affinita Onlus che le Suore Orsoline a Caserta portano avanti Casa di Rut, una casa di accoglienza per donne migranti vittime di violenza e sfruttamento.

A Benevento, nel periodo successivo all’alluvione, la Fondazione Affinita ha finanziato parte del progetto Fuoridalfango, promosso dalla Caritas di Benevento, con l’acquisto di 10 computer portatili che sono stati assegnati, sulla base di indicazioni della Caritas, a famiglie con minori che hanno perso il proprio computer a causa dell’alluvione.

Forse c’è un po’ di buonismo nell’aria., ma anche tanta concretezza.

FRANCESCA FUCCIO

Altre immagini