Alluvione, riunione in Prefettura con la Protezione Civile. Il sindaco Fausto Pepe chiede ancora una proroga In primo piano

'Mi associo alla richiesta fatta alla Protezione Civile regionale dalla dirigenza del consorzio Asi di di restare a Benevento altre 48 ore', cosi' il sindaco di Benevento Fausto Pepe, intervenuto nel pomeriggio ad un incontro in Prefettura al quale ha partecipato, tra gli altri, Italo Giulivo, direttore generale della Protezione civile Campania.

'In zona industriale - ha aggiunto il primo cittadino -, dove il personale Asi sta continuando a lavorare alacremente in collaborazione con il Centro Operativo Comunale, oltre ad alcune necessità ancora presenti come il completamento del ripristino del sistema fognario, c'è anche un problema di rimozione dei rifiuti ancora ammassati nelle piazzole temporanee di stoccaggio che vanno liberate al più presto e in maniera definitiva'.

Positiva la risposta del vertice di Protezione civile, Giulivo ha infatti dichiarato che se il sindaco di Benevento chiede la permanenza dei volontari per altre 48 ore la Protezione civile non farà mancare il proprio supporto.

'In città dobbiamo purtroppo registrare ancora alcune emergenze irrisolte - ha proseguito Pepe -. Per cominciare, il danneggiato ponte San Nicola la cui chiusura comporta gravissimi disagi alla viabilità, mentre a contrada Pantano c'è ancora un problema relativo ai pozzi da risolvere in collaborazione con la Gesesa.

Inoltre, sono ancora necessari alcuni interventi per la rimozione del fango dal sistema fognario. Il Centro operativo comunale di Benevento continua a ricevere richieste da parte dei cittadini pertanto resterà aperto finché sarà necessario.

Infine, in materia di viabilità chiediamo all'Anas di predisporre un piano per riportare alla normalità le arterie di propria competenza, una normalità che non può certo corrispondere allo status quo ante l'alluvione, infatti, in precedenza, abbiamo più volte segnalato all'Anas il pessimo stato della sua rete stradale'.

Altre immagini