Amministrative a Benevento. Vevoto (RLI): 'Si apra un confronto reale tra partiti e movimenti cittadini' In primo piano

In merito al dibattito che si e' aperto a seguito dell'esito dei risultati dell'elezioni regionali da parte di piu' attori politici relativamente al futuro amministrativo della citta' di Benevento, il comitato provinciale sannita di Rivolta l'Italia auspica che, nei prossimi mesi, ci sia un reale confronto politico tra tutti i partiti ed i movimenti presenti sul territorio.

Il confronto ed il dibattito - spiega Gianluca Vevoto, portavoce del comitato provinciale Rivolta l'Italia di Benevento - non devono restare circoscritti e confinati soltanto all'interno di steccati politici o in riunioni riservate a pochi maggiorenti o ex maggiorenti di partito (alcuni dei quali responsabili dell'attuale marginalizzazione del centro-destra nella nostra città), ma devono coinvolgere una ampio fronte civico, che vada dai movimenti puramente partitici a quella cittadinanza attiva, composta da associazioni o semplici cittadini dediti al bene comune e non agli interessi personali.

Siamo consapevoli - prosegue - che per creare una vera alternativa politica all'egemonia del Pd nella nostra città, bisogna costruire un serio e condiviso progetto politico che sia aperto, plurale ed in grado di convincere e attrarre la grande maggioranza silenziosa che, da molto tempo, guarda con distacco e indifferenza la politica e quindi la gestione del bene comune. Per fare ciò, rifiutiamo la logica dei facili populismi dei utti a casa e dei falsi rinnovamenti generazionali caratterizzati solo dall'età anagrafica e diffidiamo anche da vecchie leadership che tornano alla ribalta con il solo obiettivo di riguadagnare spazi di potere perduto.

Auspichiamo, invece, una ampia sintesi tra esperienza ed entusiasmo, tra voglia di cambiamento e buona amministrazione, in modo da cercare un mix vincente nell'interesse univoco della città. Inoltre, riteniamo che il dibattito, relativo alle primarie, al momento sia del tutto prematuro oltre che inutile; piuttosto, bisogna avviare immediatamente un ampio confronto sull'alternativa di governo che si vuole offrire, in termini di obiettivi e di idea di città che possa finalmente portare a scelte condivise, a selezionare una classe dirigente composta da persone capaci, serie, autorevoli e moralmente ineccepibili, evitando le solite scelte dell'ultimo momento o chiamare in prestito vecchi personaggi provenienti da altri percorsi politici.

Solo così, a nostro avviso - conclude Gianluca Vevoto - possiamo ricreare un vero entusiasmo e dar vita ad una nuova primavera per la nostra città”.

Altre immagini