APICE - Collocato in via dei Martiri un busto in onore della memoria del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa In primo piano

Oggi, giovedi' 8 ottobre 2015, alle ore 10.30, ad Apice nella centrale via dei Martiri, si e' tenuta la cerimonia pubblica dello scoprimento del busto commemorativo in bronzo del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, medaglia d’oro al valor civile alla memoria.

Alla manifestazione hanno preso parte: il prefetto di Benevento, Paola Galeone; il questore di Benevento, Antonio Borrelli; il comandante provinciale della guardia di finanza col. Luigi Migliozzi ed il procuratore aggiunto di Benevento, Giovanni Conzo; il coordinatore regionale dell’Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo, generale di corpo d’armata Domenico Cagnazzo; quello provinciale, generale di brigata Antonio Perrone ed i rappresentanti e componenti delle sezioni di San Giorgio del Sannio e Benevento. A loro si sono uniti i componenti dell’Associazione Nazionale Familiari dei Caduti e Dispersi in Guerra di Apice e quelli della sezione provinciale dell’U.N.U.C.I. di Benevento; più alcune scolaresche dell’Istituto Comprensivo Statale “E. Falcetti” di Apice, insieme ai tanti cittadini dello stesso centro.

Come, da programma, il prefetto, il coordinatore regionale dell’A.N.C. in congedo, il sindaco di apice Ida Antonietta Albanese, il comandante provinciale dei carabinieri col. Pasquale Vasaturo e il presidente della sezione A.N.C. di San Giorgio del Sannio, brig. capo Angelo Marino hanno proceduto allo scoprimento del busto.

Quindi, dopo la preghiera del carabiniere, recitata dal cappellano militare, don Francesco Marotta, ha preso la parola la prima cittadina di Apice che ha salutato e ringraziato le autorità intervenute e quanti hanno contribuito alla fattiva realizzazione di tale evento, in particolare ad alcuni cittadini apicesi componenti della sezione di San Giorgio del Sannio dell’Associazione Nazionale dei Carabinieri in congedo che hanno avviato tale progetto. La Albanese ha poi rivolto ai presenti un breve discorso sulla figura esemplare del generale Dalla Chiesa nella lotta alla criminalità organizzata e di quanti hanno sacrificato la propria vita per la difesa della legalità.

Infine, il maggiore dei carabinieri, Sabato D’Amico, comandante della Compagnia di Benevento ha tracciato il profilo ed i meriti del valoroso generale dei carabinieri, che perse la vita insieme alla moglie ed un agente della sua scorta a Palermo nel 1982, nel contrasto alla criminalità organizzata.

Altre immagini