Aveva 'imbottito' lo sportello dell'auto con hashish, cocaina e crack. Nei guai 24enne In primo piano

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Benevento, durante lo svolgimento dei servizi preventivi disposti dal locale Comando Provinciale dell'Arma, hanno tratto in arresto per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio Vincenzo D’Agostino, 24 anni, originario del Comune di San Nicola Manfredi.

Il ragazzo è stato notato dai militari operanti in via dei Dauni del Comune di Benevento dove circolava a bordo della sua autovettura e qui, mostrando atteggiamento nervoso, ha attirato l’attenzione dei militari che lo hanno subito fermato per controllarlo. Durante i controlli, i carabinieri, accorgendosi del persistente aspetto nervoso del giovane, hanno deciso di condurlo presso la sede del Comando Provinciale dell’Arma per più approfonditi controlli.

Ed infatti, durante la perquisizione dell’autovettura in uso al giovane, i militari dell’Arma hanno rinvenuto, nascosti all’interno della pannellatura dello sportello lato guida del veicolo, un sacchetto di plastica contenente:

▪ 3 panetti di hashish per un peso complessivo di 300 grammi circa;

▪ 20 grammi circa di cocaina;

▪ 10 grammi circa di crack.

Inoltre, l’ulteriore perquisizione personale ha consentito di rinvenire ulteriori 2 grammi circa di cocaina che il giovane teneva nascosti in una tasca dei pantaloni. Successivamente il 24enne è stato tratto in arresto e, dopo l’espletamento delle formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Benevento, così come peraltro disposto dal pubblico ministero di turno presso la Procura della Repubblica, Francesca Saccone, subito informata del fatto.

Le sostanze stupefacenti e l’autovettura sono state sequestrate. 

Altre immagini