Benevento - Pescara 2-1: nel finale e dopo tante sofferenze ecco la decima vittoria per i giallorossi In primo piano

E’ quasi il caso di dire che Coda e Volta hanno… stregato il Pescara, permettendo ai giallorossi di conquistare una vittoria che vale tantissimo per la classifica, per il morale per il futuro.

Certamente non era facile la sfida con gli abruzzesi di Pillon, e proprio per questo vale veramente il doppio, anche se è stata ottenuta nel finale e dopo tante sofferenze.

Ma c’è da dire che il 2-1 finale per Maggio e compagni non fa una grinza per quanto si è visto nei 90’, dal momento che i sanniti non hanno lasciato proprio niente agli ospiti, che hanno pareggiato la rete di Coda con Mancuso grazie ad un rimpallo. Mentre il Benevento ha sbagliato un rigore con Coda, ha preso una traversa ed un palo, ha creato tantissimo con il portiere ospite Fiorillo che è stato tra i migliori in campo. E nel finale ci ha pensato Massimo Volta con un preciso colpo di testa su un ennesimo angolo a far esplodere il “Vigorito”, cancellando il pareggio amaro di qualche giorno ottenuto dai giallorossi allo “Zaccheria” di Foggia. Insomma, una vittoria netta e meritata per la “Strega” che ha permesso di riportarsi nei quartieri altissimi della classifica, superando proprio il Pescara dell’ex Memushaj.

Nonostante la vicinanza delle gara contro il Foggia mister Bucchi ha limitato al minimo il turn over, insistendo con il modulo e gli uomini che stanno rendendo tantissimo ed hanno permesso di arrivare al decimo risultato utile consecutivo.

In difesa c’è stato il rientro di Volta, che con Caldirola e Tuia non hanno lasciato proprio nulla ai pericolosi avversari. Sulle fasce Maggio ed il rientrante Letizia hanno spinto tantissimo creando notevoli problemi ai bianco-azzurri di Pillon, mentre a centro campo, l’allenatore ha insistito su Crisetig, Bandinelli e Buonaiuto. E quando si è accorto che qualcosa cominciava a non andare bene ha fatto scendere in campo dopo una lunga assenza Viola al posto di Buonaiuto, mentre Asencio ha rilevato Bandinelli per dare più forza all'attacco, e Del Pinto ha sostituito Coda. Tutte sostituzioni che si sono rilevate giuste nel momento più importante della gara, quando il Pescara stava facendo del tutto per conservare il pareggio e, forse, anche qualcosa di più. E nei minuti di recupero, dopo il vantaggio di Volta, ci ha pensato Montipò, ancora una volta molto sicuro, a blindare la preziosissima vittoria.

Ora per i giallorossi qualche giorno di riposo poi subito a pensare alla gara di lunedì prossimo a Livorno, dove assolutamente bisogna dare continuità all’attuale striscia positiva.

GINO PESCITELLI