Benevento Calcio. Dopo la vittoria contro il Foggia si cerca il bis In primo piano

Dopo le perplessita' di Rieti per il pari contro la Lupa Castelli Romani, la 'strega' doveva dare una risposta ai propri tifosi con l'esordio casalingo contro il Foggia di De Zerbi, una diretta concorrente per la promozione diretta in serie B, e si può dire che il riscontro c’è stato, ed anche positivo.

E’ bastato un gol lampo di Lucioni, dopo due minuti di gara, che ha saputo approfittare di un errore di Narciso, per mandare all’inferno i rossoneri pugliesi, ma c’è da dire che il punteggio finale va senz’altro stretto ai sanniti di Auteri, che ha così vinto il duello a distanza con il 'nemico' De Zerbi.

Però, il parapiglia di fine gara è costato caro ad Auteri, che ha pagato con una giornata di squalifica e questa sera non potrà essere in panchina per il recupero contro il Messina. Nessuna squalifica, invece, per De Zerbi e ciò la dice lunga sulla giustizia sportiva.

Comunque, la vittoria dei giallorossi contro il Foggia non fa una grinza, dal momento che Lucioni e compagni sono apparsi ispirati, tosti, determinati, grintosi e si sono regalati un brivido di andrenalina che può permettere già questa sera, in caso di vittoria contro il Messina, di accomodarsi da subito alla tavola dei big del campionato.

Quella contro il Foggia senz’altro è una vittoria che vale tanto che, se bissata questa sera contro il Messina (fischio d’inizio alle 18,00) consentirà ai giallorossi di guardare per qualche giorno tutti dall’alto della classifica, dal momento che, a quota 7, sarebbero con Paganese e Casertana in testa alla graduatoria. Davvero un bel viatico per la trasferta di Andria, che è stata posticipata a domenica 27 con inizio alle 14.

In archivio, quindi, la gara di domenica scorsa contro il Foggia, questa sera nuovamente in campo contro il Messina per cercare il bis nel recupero della prima giornata di campionato, neo promossa dopo le condanne per gli scandali che hanno visto protagonista lo scorso torneo.

Una gara non certo facile per la 'strega', che manca da ben 16 anni. Nei precedenti, 6 vittorie del Benevento, 4 pareggi e soltanto due vittorie dei siciliani. L’undici affidato a Di Napoli giunge al 'Vigorito' dopo una buona prestazione nella gara di esordio, conclusasi con una vittoria a Monopoli grazie ad una rete di Tavarez in pieno recupero. E proprio a Tavarez la difesa giallorossa dovrà fare molta attenzione. Tra i peloritani mancherà lo squalificato Burzigotti e l’assenza potrebbe farsi sentire.

Sulla panchina giallorossa, come abbiamo scritto prima, mancherà lo squalificato Auteri, che sarà sostituito dal suo fido secondo Cassia e ci augura che l’assenza dell’allenatore siciliano non si faccia sentire più di tanto.

Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo previsto l’esordio di Di Molfetta, che ha scontato le due giornate di squalifica. E ciò dovrebbe dare più forza all’attacco. Insieme a Di Molfetta dovrebbero essere schierati Cissè e Mazzeo, che contro il Foggia si sono comportati bene. Per il resto non ci dovrebbero essere cambiamenti rispetto alla gara contro i pugliesi, anche perché Padella e Campagnacci non si sono completamente ristabiliti. Quindi, Piscitelli a guardia della rete, Lucioni, Pezzi e Mattera i tre difensori, Del Pinto e De Falco a centrocampo con Melara e Mazzarani sulle fasce, poi in attacco Cissè, Mazzeo e Di Molfetta, che prenderebbe la maglia di Cruciani. Tutti gli altri in panchina, compreso Som che oramai resta definitivamente in giallorosso.

Oltre a Benevento - Messina oggi si recupera anche Monopoli - Catania, mentre restano ancora da recuperare Messina - Ischia, Akragas - Monopoli e Catania - Cosenza. Classifica, quindi, ancora provvisoria, anche se dopo le gare di oggi certamente comincerà ad essere più veritiera.

Ad arbitrare oggi al 'Vigorito' è stato designato Francesco Guccini di Andria, che si avvarrà dei collaboratori di linea Antonio Santoro e Stefano Quarcia di Roma 1. Si un 'fischietto' che va per la maggiore, di un quarto anno molto esperto, che fino ad ora ha diretto ben 50 gare in Lega Pro con 19 vittorie delle squadre di casa, 13 pareggi e ben 18 blitz esterni. Sono stati 21 i rigori concessi e 26 le espulsioni. Due i precedenti con i giallorossi che si riferiscono allo scorso torneo, con due pareggi per la 'strega', mentre nessun precedente con il Messina.

GINO PESCITELLI

Altre immagini